9.8 C
Foligno
mercoledì, Aprile 17, 2024
HomeAttualitàA Foligno svetta una nuova bandiera: è quella di “Città europea dello...

A Foligno svetta una nuova bandiera: è quella di “Città europea dello sport”

Pubblicato il 9 Dicembre 2017 15:40

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

A Foligno incontro su “Demografia e crescita: il futuro di città e borghi dell’Umbria”

Il dibattito è organizzato dall'associazione Cifre e dal Rotary Club di Foligno ed è in programma per giovedì 18 aprile (ore 18). La relazione sarà del professor Giuseppe Croce

Sisma ’97, dalla Regione 210mila euro per la Casa castellana di Sant’Eraclio

Il finanziamento che arriva da palazzo Donini servirà per recuperare e mettere in sicurezza lo storico edificio. Il sindaco Stefano Zuccarini: “Tornerà ad essere un punto di riferimento”

Rifiuti, non solo aumenti Tari. Uil: “Differenziata sia sostenibile”

Il sindacato ha espresso preoccupazione per i lavoratori del settore e i cittadini che continuano a subire aumenti in bolletta, a fronte di un servizio non sempre efficiente. I territori del Sub ambito 3, di cui Foligno fa parte, potrebbero subire un aumento tra l’8% e il 9%

Per un traguardo raggiunto, ce n’è subito un altro che si profila all’orizzonte. E così, nella giornata di presentazione della bandiera che decreta Foligno “Città europea dello sport”, Enrico Tortolini lancia subito una nuova sfida. “Vogliamo diventare – ha detto – la migliore città europea dello sport del 2018”. E che le potenzialità ci siano lo hanno detto, a vario titolo, tutti coloro che sabato mattina sono intervenuti alla cerimonia che si è tenuta nella sala consiliare di palazzo comunale, nel corso della quale è stato riconosciuto il grande impegno portato avanti in questi ultimi anni sul fronte sportivo. Sport inteso anche come formazione dei giovanissimi, vicinanza a chi deve fare i conti con la disabilità e che nelle varie discipline può trovare la propria dimensione, e miglioramento della qualità della vita con un’attenzione particolare anche all’invecchiamento attivo. E questo perchè, come dichiarato dall’onorevole Daniela Sbrollini, responsabile del dipartimento sport del Pd, “lo sport è e deve essere un diritto di tutti, senza confini né bandiere”. DANIELA SBROLLINI – “A Foligno – ha dichiarato Daniela Sbrollini – state facendo un ottimo lavoro di squadra, mettendo al centro la cura della persona”. E in un Paese come l’Italia in cui l’obesità infantile preoccupa, Daniela Sbrollini ha sottolineato come la città guidata da Nando Mismetti abbia centrato l’obiettivo di avvicinare la comunità allo sport, soprattutto i più piccoli. “In questo modo – ha proseguito – avrete cittadini adulti sani. Lo sport è un investimento pubblico – ha ribadito – ed essendo tale, il Governo se ne deve occupare. Ecco perché – ha concluso – nella legge di bilancio è presente, per la prima volta, un capitolo di spesa permanente dedicato allo sport”. Incentivi che, dunque, potrebbero aiutare anche Foligno a fare sempre di più e sempre meglio. ENRICO TORTOLINI – “Sappiamo che non è facile – ha detto Enrico Tortolini – e che c’è ancora molto da fare, ma stiamo cercando di affrontare insieme alle società sportive i problemi riscontrati”. Un emozionato Tortolini, quello che ha preso la parola e che, presentando la bandiera consegnatagli dall’Aces negli scorsi giorni a Bruxelles, ha parlato di “coronamento di un sogno”. “Lo sport è cresciuto in maniera esponenziale – ha aggiunto – al punto che solo un 35 per cento di popolazione non fa attività sportiva. Siamo diventati un punto di riferimento per l’Italia – ha proseguito – e lo dimostrano i prossimi impegni sportivi”. A gennaio, infatti, Foligno farà da sfondo ai campionati assoluti di danza, poi sarà la volta della tappa Foligno-Trevi della Tirreno Adriatico e ancora i campioni assoluti di mezza maratona. Prendendo la parola, però, Enrico Tortolini ha voluto sottolineare il proprio rammarico per l’assenza di Ugo Russo, in questi anni molto vicino alla città nel raggiungimento di questo importante traguardo. RITA BARBETTI – A fare gli onori di casa, il presidente del consiglio comunale, Alessandro Borscia, e il vicesindaco Rita Barbetti. “Lo sport – ha dichiarato quest’ultima – è fondamentale per la formazione dei nostri ragazzi, perché p condivisione, accettazione delle regole e socializzazione. Pensiero condiviso anche dalla presidente dell’assemblea legislativa, Donatella Porzi, e dall’assessore regionale alla salute e welfare, Luca Barberini. I due rappresentanti istituzionali regionali si sono quindi complimentati con il lavoro fatto dall’amministrazione di concerto con le 136 società sportive che operano sul territorio. Ad unirsi al coro di congratulazioni anche il presidente nazionale del Csi, Vittorio Bosio, e il presidente regionale del Coni, Domenico Ignozza. “Vi saremo sempre a fianco – ha dichiarato quest’ultimo – sostenendovi ma anche facendo da pungolo. Ci aspettiamo proposte importanti da Foligno, perché – ha concluso – è una città oggi in grado di organizzare ed ospitare grandi eventi nazionali ed internazionali”.

Articoli correlati