12.4 C
Foligno
lunedì, Aprile 22, 2024
HomeCronacaFoligno, il Comune pianifica gli investimenti da realizzare con i proventi delle...

Foligno, il Comune pianifica gli investimenti da realizzare con i proventi delle multe

Pubblicato il 5 Gennaio 2018 18:06

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Violenza di genere, al Commissariato di Foligno una stanza dedicata alle vittime

In via Garibaldi allestito uno spazio per le audizioni protette, frutto della sinergia tra polizia e Soroptimist International Club Valle Umbra. Il questore Lamparelli: “Un fenomeno sommerso che richiede una grande opera di sensibilizzazione e azioni preventive”

Chiesa di Foligno in lutto per la morte di monsignor Dante Cesarini

Ordinato presbitero nel 1960, il sacerdote è stato assoluto protagonista della vita culturale e della formazione teologica della Diocesi di Foligno: per diciassette anni è stato direttore della biblioteca “Jacobilli”

Zuccarini lancia la campagna elettorale con “Foligno in testa”

Tra il bilancio dei cinque anni di governo e “frecciatine” all’opposizione, dall’auditorium “Santa Caterina” ha preso il via la corsa al secondo mandato dell’attuale sindaco. Presenti gli esponenti delle forze politiche e civiche della coalizione del centrodestra

E’ un tesoretto da quasi 436mila euro quello che l’amministrazione comunale di Foligno stima potrebbe entrare nelle casse comunali dalle violazioni al codice della strada per i prossimi 12 mesi. Come ogni anno, infatti, l’Ente di piazza della Repubblica ha l’obbligo di comunicare al Ministero delle infrastrutture e trasporti e a quello dell’interno le previsioni relative alle entrate. E quella annunciata è la cifra riportata nell’apposita delibera approvata dalla giunta Mismetti. Ovviamente si tratta di soldi certi solo sulla carta. Tutto dipenderà, infatti, dal rispetto o meno delle regole previste dal codice della strada da parte degli automobilisti. Se le previsioni venissero rispettate, comunque, il Comune di Foligno ha già pronto il piano di spesa. Dell’intera cifra, infatti, un minimo del 25 per cento – pari cioè a 110mila euro – andrebbe per la sostituzione, l’ammodernamento, il potenziamento, la messa a norma e la manutenzione della segnaletica stradale. Altrettanti fondi verrebbero investiti per l’incremento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale, anche attraverso l’acquisto di automezzi ed attrezzature. In particolare, 5mila euro per l’acquisto di vestiario per il personale dipendente, 80mila euro per i servizi e i restanti 25mila euro per autoveicoli. La seconda tranche di fondi, che si dovrebbe aggirare invece sui 218mila euro, andrebbe – secondo quanto riportato nel documento – per il miglioramento della sicurezza stradale, per la manutenzione delle arterie di competenza del Comune, ma non solo. In agenda anche la redazione dei Piani urbani del traffico e per la viabilità extraurbana; ed ancora interventi per la sicurezza stradale a tutela degli utenti deboli, lo svolgimento di corsi didattici finalizzati all’educazione stradale; assunzioni stagionali e l’assistenza e previdenza per il personale della polizia municipale. In quest’ultimo capitolo di spesa rientrerebbero fondi per 27mila euro; mentre i restanti 189mila andrebbero per la manutenzione delle strade. 

Articoli correlati