28 C
Foligno
giovedì, Luglio 25, 2024
HomeCronacaCapitale della cultura, scendono a 31 le candidate: Foligno attende il verdetto

Capitale della cultura, scendono a 31 le candidate: Foligno attende il verdetto

Pubblicato il 6 Gennaio 2018 11:19

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Esce di casa per andare a lavoro, ma non si presenta: si cerca Eleonora Quaglia

A segnalare la scomparsa della 38enne sono stati familiari e amici tramite i social. Mercoledì mattina sarebbe partita da Campello sul Clitunno per recarsi a Foligno, ma della giovane si sono perse le tracce

I colossi dell’aerospazio si incontrano a Londra: c’è anche l’Umbria

Diciannove le aziende del Cluster protagoniste in questi giorni del Farnborough International Airshow, una delle più importanti grandi fiere del comparto a livello mondiale. Tonti: “Orgogliosi di poter mostrare la qualità, competenza e tecnologia della nostra filiera”

Torna il Montelago Celtic Festival in versione ancora più green

La città celtica itinerante è pronta ad accogliere le migliaia di visitatori che ogni anno invadono i verdi altopiani a confine tra Marche e Umbria: un’iniziativa che si impegna ogni anno, sempre più, a ridurre l’impatto ambientale e portare il buon esempio

Scende a 31 la lista delle città in corsa per il titolo di “Capitale italiana della cultura” per il 2020. Tra queste c’è anche Foligno, che rimane in attesa del verdetto finale. La lista, rispetto alle 45 pretendenti iniziali, si è ridotta all’indomani della consegna dei dossier prevista per la metà di settembre 2017. Una scrematura dovuta probabilmente alla mancata presentazione della documentazione necessaria per arrivare fino in fondo. Queste le città rimaste in lizza per contendersi il prestigioso titolo: Agrigento, Bellano, Benevento, Bitonto, Casale Monferrato, Ceglie Messapica, Cuneo, Fasano, Foligno, Gallipoli, Lanciano, Macerata, Merano, Messina, Montepulciano, Noto, Nuoro, Oristano, Parma, Piacenza, Pietrasanta, Pieve di Cadore, Prato, Ragusa, Ravello, Reggio Emilia, Scandiano, Telese Terme, Teramo, Treviso e Vibo Valentia. La vincitrice otterrà dal Governo 1 milione di euro per realizzare il progetto presentato. La procedura di valutazione dovrebbe concludersi entro il prossimo 31 gennaio. Mai come in questo caso però il condizionale è d’obbligo. Già, perché entro il 15 novembre 2017 il numero delle candidate il Mibact avrebbe dovuto ridurre a dieci la lista, per poi invitare le finaliste ad un incontro di presentazione pubblica e di approfondimento. A quanto pare però, il Ministero non ha ancora messo in moto la macchina operativa per le fasi conclusive, che avrebbe dovuto prevedere una giuria di sette esperti “di chiara fama nel settore della cultura, delle arti e della valorizzazione territoriale e turistica”. A Foligno gli uffici comunali non hanno ancora ricevuto comunicazioni in merito, né il Mibact ha fornito novità attraverso il suo portale internet. Insomma, uno slittamento del verdetto finale sembrerebbe scontato.

Articoli correlati