9.1 C
Foligno
martedì, Aprile 23, 2024
HomeCronacaEx Zuccherificio, l'accordo in undici punti. Dall'approvazione in consiglio tre anni di...

Ex Zuccherificio, l’accordo in undici punti. Dall’approvazione in consiglio tre anni di clausole

Pubblicato il 29 Gennaio 2019 15:11

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Cade e batte la testa: 47enne portato in ospedale per un trauma cranico

L’episodio nella mattinata di lunedì 22 aprile in viale Firenze: l’uomo stava scaricando un escavatore quando ha perso l’equilibrio. Dopo aver valutato un suo trasferimento in ospedale con l’elisoccorso, l’uomo è stato portato al “San Giovanni Battista”

Violenza di genere, al Commissariato di Foligno una stanza dedicata alle vittime

In via Garibaldi allestito uno spazio per le audizioni protette, frutto della sinergia tra polizia e Soroptimist International Club Valle Umbra. Il questore Lamparelli: “Un fenomeno sommerso che richiede una grande opera di sensibilizzazione e azioni preventive”

Chiesa di Foligno in lutto per la morte di monsignor Dante Cesarini

Ordinato presbitero nel 1960, il sacerdote è stato assoluto protagonista della vita culturale e della formazione teologica della Diocesi di Foligno: per diciassette anni è stato direttore della biblioteca “Jacobilli”

Quattordici pagine divise in undici punti. E’ questa la bozza di accordo tra Comune di Foligno e Coop Centro Italia in merito all’ex Zuccherificio. Il documento sarà sottoposto giovedì pomeriggio all’esame della seconda commissione consiliare, per finire poi in consiglio comunale per la definitiva approvazione. Passaggi propedeutici a quella che sarà la definitiva firma tra le parti, che dovrebbe sbloccare una volta per tutte una ferita aperta da decenni. Il condizionale è d’obbligo, visto che l’accordo custodisce in sé una serie di clausole che, se non rispettate, potrebbero far saltare tutto. Entro quarantacinque giorni dall’approvazione dell’accordo in consiglio comunale, Coop Centro Italia dovrà presentare una proposta riguardante un sub-comparto. Il che significa ragionare su un’area minore rispetto a quella prevista dall’Ambito “Il Campus”. Questo perché non verrà tenuta in considerazione la zona di proprietà dei Magazzini Gabrielli, che non hanno voluto sottoscrivere una soluzione extragiudiziale. La proposta per il sub-comparto dovrà quindi essere approvata entro nove mesi dal consiglio comunale, per poi procedere alla sottoscrizione della convenzione urbanistica integrativa, comprensiva di variante. Coop Centro Italia delocalizzerà nell’area dell’“Agorà” e quindi dell’ex sansificio 10mila metri quadrati, diminuendo così nell’ex Zuccherificio il carico urbanistico. Per l’approvazione della variante stessa, il consiglio comunale avrà un altro anno di tempo. Non solo delocalizzazione però, visto che la cooperativa si impegnerà a diminuire di circa 3.300 metri quadrati la superficie inizialmente destinata alla parte residenziale. Nel frattempo, Coop Centro Italia avrà due anni di tempo per presentare una proposta progettuale per la zona dell’ex sansificio. Qualora tutto filasse liscio, le parti si impegneranno a non portare avanti la battaglia legale in tribunale. Nel documento sono anche altre le clausole previste, tutte legate al tempo. L’articolo nove detta una sorta di cronoprogramma di trentasei mesi da rispettare, pena la risoluzione dell’accordo, che manterrebbe inoltre vivi i procedimenti legali. In caso di ritardi non riconducibili al Comune, è prevista inoltre una proroga di un altro anno per mettere in atto l’accordo. Questo, in estrema sintesi, l’accordo che i componenti della seconda commissione consiliare si troveranno a votare giovedì pomeriggio, con la speranza che quella imboccata sia una volta per tutte la strada buona.

Fabio Luccioli
Fabio Luccioli
Direttore di Radio Gente Umbra e Gazzetta di Foligno

Articoli correlati