12.9 C
Foligno
sabato, Maggio 18, 2024
HomeCulturaA Bevagna la quinta tappa del Festival del SOL

A Bevagna la quinta tappa del Festival del SOL

Pubblicato il 12 Maggio 2023 12:15

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Terzo polo Foligno-Spoleto, il ministro: “Razionalizzazione fondamentale”

Il titolare alla Sanità, Orazio Schillaci, ha visitato alcune strutture sanitarie dell'Umbria: il tuor ha riguardato in particolar modo il “San Giovanni Battista” e il “San Matteo degli Infermi”. Nella città Ducale contestazione all'esterno dell'ospedale

L’Acf Foligno fa chiarezza sull’accordo con il Foligno Calcio e guarda al futuro: “Idee chiarissime”

In una conferenza stampa, il presidente Paolo Zoppi ha risposto al numero uno dei Falchetti, che pochi giorni fa aveva annunciato di non voler “lasciare” la sua società a quella appena approdata in serie D

Conte a Foligno: “Abbiamo bisogno di amministratori locali che facciano il bene comune”

Venerdì mattina l’arrivo in città per sostenere la candidatura a sindaco di Mauro Masciotti per la coalizione progressista. Dal presidente del Movimento 5 stelle l’appello ad andare a votare: “L’astensionismo fa male perché lascia prosperare certa politica”

La quinta tappa del Festival del SOL (Sagrantino & Oil Land) è alle porte. Sabato 13 e domenica 14 maggio, infatti, il primo festival diffuso del Cammino in Umbria approda a Bevagna, suggestiva cittadina di origini preromane. Così come ogni borgo facente parte dell’Unione dei Comuni Terre dell’Olio e del Sagrantino, Bevagna è ricco di storia, cultura e incantevoli scorci che potranno essere ammirati nel corso delle due giornate, grazie alle iniziative ideate e organizzate dallo studio Faro Lab Creative, con la collaborazione dell’Associazione Natural Slow Life, affiliata Csen Umbria.

Si parte sabato pomeriggio alle 16 da piazza Silvestri, con il Kids Urban Trek “I Romani e l’acqua: viaggio nel tempo”, per scoprire una Bevagna inconsueta e l’importanza che ha avuto l’acqua nel periodo romano. Tornerà a grande richiesta anche l’artista Doisberto, che coinvolgerà il pubblico con i suoi “numeri”. Domenica mattina dedicata all’hiking “Da borgo a borgo: da Bevagna a Torre del Colle”, camminata a passo lento che partirà alle 9 sempre da piazza Silvestri per arrivare al castello di Torre del Colle, a breve distanza dai primi contrafforti dei colli Martani, per una passeggiata unica alla scoperta di questo gioiello medievale. Domenica pomeriggio si chiude con il Kids Natural Trek “Alla scoperta del lago più piccolo del mondo: lago Aiso”. L’appuntamento è alle 16 al lago Aiso, appunto. Sarà un viaggio nella natura e nel tempo, verso il lago Aiso appunto, ma anche intorno ad un altro piccolo lago vicino, l’Aisillo, dove scavi archeologici recenti hanno portato alla luce un complesso sacro d’epoca romana, concepito attorno a quello che si configura come il suo elemento distintivo e che, fin dalle origini, dovette connotare il luogo come sacro: la risorgiva. Ricchezza e varietà dei reperti, testimoniano, infatti, a grande importanza del luogo legato ad un culto delle acque. Sarà una camminata affascinante, quindi, che regalerà anche una sorpresa.

Le attività sono gratuite e su prenotazione che può essere effettuata scrivendo una e-mail all’indirizzo ilcamminodelsol.umbria@gmail.com o naturalslowlife21@gmail.com, oppure ancora chiamando il numero 351.5431631 (anche WhatsApp).

Il progetto Sol porterà i turisti alla scoperta “lenta” del paesaggio olivato, vitivinicolo e boschivo dei borghi coinvolti, facenti parte dell’Unione dei Comuni Terre dell’Olio e del Sagrantino, soggetto gestore del progetto SOL che è finanziato dalla Regione Umbria a valere sull’Avviso UmbriAPERTA per la promozione turistica dei territori dell’Umbria. Dopo Gualdo Cattaneo, Massa Martana e Trevi, toccherà a Giano dell’Umbria, Campello sul Clitunno, Montefalco e Castel Ritaldi (inizialmente terza tappa in programma ma posticipata) ospitare il Festival del SOL. Terminato il Festival, gli otto borghi saranno comunque uniti nell’ottica di una promozione turistica integrata. È prevista infatti la creazione di un percorso permanente di oltre 100 chilometri, denominato Il Cammino del Sol, che collegherà gli otto borghi anche sfruttando i tracciati naturalistici e ciclistici già esistenti, fruibili durante tutto l’anno da famiglie, camminatori e sportivi. L’obiettivo è favorire una mobilità lenta e sostenibile, che porterà il visitatore ad immergersi nei microcosmi legati alla coltivazione dell’ulivo, alla produzione dell’olio, alla coltivazione della vite e alla produzione di Sagrantino.

Articoli correlati