24.8 C
Foligno
domenica, Maggio 26, 2024
HomeCulturaParte da Campello il progetto per salvaguardare spazi aperti e fauna

Parte da Campello il progetto per salvaguardare spazi aperti e fauna

Pubblicato il 8 Giugno 2023 13:32

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

“Anziani allontanati dal comizio e identificati”: “giallo” sul comizio elettorale

Il fatto, che stando a quanto riportato da Uniamo Foligno sarebbe accaduo a Belfiore durante l'incontro elettorale del centrodestra, avrebbe riguardato due rappresentanti dell'Us Belfiore che chiedevano la sede per l'associazione: “Il sindaco condanni l'episodio”

Via Flaminia Antica, scuole protagoniste

Il progetto ideato dal Club per l'Unesco di Foligno e Valle del Clitunno ha visto il coinvolgimento di tantissimi istituti del territorio, che hanno approfondito la storia della via di comunicazione romana

Quintana, ecco il palio della Sfida firmato da Mirabella

Il trentaseinne originario di Enna ha firmato il drappo presentato nel corso della Cena Grande e realizzato in collaborazione con Massimo Fiordiponti, storico quintanaro che ha curato la parte sartoriale

Un progetto per salvaguardare spazi aperti e fauna: è quello che verrà presentato lunedì 12 giugno, alle 17.30 nella sede della Bocciofila di Campello sul Clitunno dal Gal Valle Umbra e Sibillini. Per l’occasione è stata, infatti, indetta un’assemblea pubblica nel corso della quale il Gruppo di azione locale presieduto da Pietro Bellini illustrerà il Programma diretto Life (Landscape for Flyers) 2021-2027, volto a organizzare e implementare azioni per la conservazione degli spazi aperti e della diversità aviofaunistica all’interno e a beneficio dei domini collettivi. Un’occasione, dunque, per scoprire l’idea progettuale e creare insieme un partenariato per la presentazione della proposta progettuale a finanziamento. Il Gal ha già avviato un percorso di studio e progettazione per realizzare un Piano di conservazione e valorizzazione delle aree aperte (pascoli, prati, praterie) e della fauna collegata (avifauna ed entomofauna) all’interno dei domini collettivi ricadenti nel proprio territorio di competenza. Il progetto perseguirà gli obiettivi del Programma Life – Natura e Biodiversità, andando a intervenire su specifici habitat della Rete Natura 2000, grazie ad azioni diversificate come, ad esempio, il recupero delle praterie, la tutela di punti d’acqua e vari interventi di stimolo e supporto alla zootecnica e alla presenza di insetti utili. Nel corso dell’incontro di lunedì 12 giugno, oltre a illustrare le idee iniziali alla base del progetto, si terrà anche la raccolta delle adesioni al partenariato di Comunanze, Abusc e altri enti gestori dei domini collettivi interessati alle iniziative progettuali. Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere al Gal Valle Umbra e Sibillini attraverso il sito www.valleumbraesibillini.com o telefonando allo 0742340989.

Articoli correlati