7.5 C
Foligno
venerdì, Aprile 19, 2024
HomePoliticaIl Frecciarossa potrebbe far tappa anche a Foligno

Il Frecciarossa potrebbe far tappa anche a Foligno

Pubblicato il 6 Dicembre 2023 16:53

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Firenze, si conclude l’era Betori: il nuovo arcivescovo è don Gherardo Gambelli

Dopo aver accettato la rinuncia al governo pastorale del cardinale folignate, Papa Francesco ha nominato il suo successore: 55 anni, dal 2011 al 2022 è stato missionario in Ciad. Lo scorso anno il ritorno nel capoluogo toscano come parroco della Madonna della Tosse

“Evento politico” nella sede di Sviluppumbria: Pd e M5S insorgono

I “dem” Meloni e Bori pronti a depositare un’interrogazione in Regione sull’incontro dedicato alla tutela del “made in Italy” promosso da Fratelli d’Italia. A far sentire la propria voce anche il pentastellato De Luca: “Grave sbavatura istituzionale”

Dal Mic quasi 3,5 milioni per l’Umbria: ci sono anche Cannara e Spello

Il Piano triennale per le opere pubbliche interesserà in Umbria ventinove interventi. Dai musei all'archeologia, i fondi non saranno però destinati alle biblioteche

Il Frecciarossa a disposizione sulla linea Adriatica potrebbe fare tappa anche a Foligno. È quanto auspicato dall’assessore regionale ai Trasporti, Enrico Melasecche. “Questo è quello che abbiamo chiesto” specifica il titolare umbro ai Trasporti, con il chiaro riferimento alle trattative in corso con Trenitalia rispetto alla mobilità su rotaia dell’Umbria. Per Melasecche, l’integrazione dei Frecciarossa in circolazione sulla linea Adriatica, consentirà agli umbri “evidenti benefici per il collegamento verso il nord Italia”, diventando la Orte-Falconara “una linea ad Alta Velocità di Rete con fermate a Foligno, Spoleto e Terni, con una ottimizzazione dei servizi dell’Alta Velocità verso il sud, agganciandolo agli esistenti collegamenti Roma-Salerno, in modo – prosegue Melaesecche – da avere una percorrenza della nuova linea per il 70% ad Alta Velocità”. L’assessore ai Trasporti ha evidenziato anche la necessità di miglioramenti strutturali sulla Orte-Falconara, “sia per quanto riguarda il completamento di vecchi cantieri per il raddoppio della linea come quello da Campello a Spoleto, sia l’apertura di nuovi raddoppi nelle Marche ma anche con l’interesse, ribadito di continuo da entrambe le regioni, e in particolare da parte nostra, per velocizzare il raggiungimento da parte dell’Umbria della stazione di Ancona, come quello da parte dei marchigiani nel raggiungere Roma in tempi sensibilmente più brevi rispetto ad oggi”.

Articoli correlati