17 C
Foligno
sabato, Aprile 13, 2024
HomeCulturaDanza e teatro si incontrano al “San Carlo” con “Histoire du soldat"

Danza e teatro si incontrano al “San Carlo” con “Histoire du soldat”

Sulle note di Stravinskij suonate dall’Ensemble Città Sant’Angelo Music Festival, la Compagnia diretta da Giacomo Nappini Casuzzi porta in scena le fiabe di Afanas’ev

Pubblicato il 15 Febbraio 2024 11:17

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

La nave di Festa di Scienza e Filosofia verso l’attracco: tocca a Fabbri e Battiston

Ventidue le conferenze in agenda per l’ultima giornata, quella di domenica, ma anche tanti laboratori ed eventi ad attendere il pubblico. A poche ore dalla chiusura superate le 10mila prenotazioni: si sta per chiudere un'edizione straordinaria dedicata al Mediterraneo

Non rispetta la semilibertà: trentacinquenne sconterà i tre anni di pena in carcere

L'uomo originario dell'Ecuador era residente a Spello, ma è stato trovato dai carabinieri ubriaco a Bastia Umbra. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Spoleto

Elezioni, a Campello sul Clitunno il centrodestra sceglie Fabiana Grullini

L'attuale consigliere comunale del Gruppo misto aveva già rivestito il ruolo di assessore nel 2019 con l'attuale giunta guidata da Maurizio Calisti. Le prime parole: "Con me squadra che rappresenta sensibilità e professionalità"

Il teatro “San Carlo” di Foligno riaprirà il proprio sipario dal 16 al 18 febbraio, quando, alle 21, andrà in scena “Histoire du Soldat”, un’opera recitata e danzata sul testo di Ramuz e sulle note di Stravinskij. Si tratta della più importante coproduzione realizzata per questa stagione dalla compagnia teatrale folignate, diretta da Giacomo Nappini Casuzzi, insieme all’Ensemble Città Sant’Angelo Music Festival. Saranno sette i musicisti, diretti dal maestro Alessandro Mazzocchetti, che suoneranno dal vivo le musiche e i brani di Stravinskij, su cui quattro artisti professionisti della Compagnia del Teatro stabile San Carlo di Foligno si esibiranno. Ad andare in scena saranno Giacomo Olivieri, che oltre ad aver curato la coreografia darà voce al protagonista, Giacomo Nappini Casuzzi, che è anche il regista dello spettacolo e si è occupato delle scene, dei costumi e delle luci, Teresa Rospetti e Massimo Bernardo Dolci, che daranno vita alla storia di un giovane soldato e alle vicende che lo porteranno a scontrarsi con il diavolo e a lottare per ciò che conta davvero. Il pubblico verrà rapito dai temi rappresentati, che lo porteranno ad interrogarsi su questioni che trascendono l’opera d’arte e invadono la vita quotidiana di tutti noi, dai grandi effetti scenici e dalla musica dal vivo, innamorandosi della fiaba della tradizione russa di Afanas’ev. È possibile acquistare i biglietti online attraverso la piattaforma www.diyticket.it oppure al botteghino del teatro fino a domenica 18 febbraio dalle 17 alle 19.

Articoli correlati