9.1 C
Foligno
martedì, Aprile 23, 2024
HomeCronacaSanità, dieci milioni per il Terzo polo Foligno-Spoleto

Sanità, dieci milioni per il Terzo polo Foligno-Spoleto

Gli interventi per messa in sicurezza e ammodernamento delle strutture andranno in gran parte all'ospedale della città Ducale. In tutto sbloccati 70 milioni per l'Umbria

Pubblicato il 21 Febbraio 2024 15:27 - Modificato il 22 Febbraio 2024 15:35

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Cade e batte la testa: 47enne portato in ospedale per un trauma cranico

L’episodio nella mattinata di lunedì 22 aprile in viale Firenze: l’uomo stava scaricando un escavatore quando ha perso l’equilibrio. Dopo aver valutato un suo trasferimento in ospedale con l’elisoccorso, l’uomo è stato portato al “San Giovanni Battista”

Violenza di genere, al Commissariato di Foligno una stanza dedicata alle vittime

In via Garibaldi allestito uno spazio per le audizioni protette, frutto della sinergia tra polizia e Soroptimist International Club Valle Umbra. Il questore Lamparelli: “Un fenomeno sommerso che richiede una grande opera di sensibilizzazione e azioni preventive”

Chiesa di Foligno in lutto per la morte di monsignor Dante Cesarini

Ordinato presbitero nel 1960, il sacerdote è stato assoluto protagonista della vita culturale e della formazione teologica della Diocesi di Foligno: per diciassette anni è stato direttore della biblioteca “Jacobilli”

Dieci milioni di euro. È lo stanziamento previsto dalla Regione Umbria per il Terzo polo ospedaliero Foligno-Spoleto e che vedrà quasi tutta la somma destinata al “San Matteo degli Infermi” della città Ducale. I fondi per la Sanità regionale sbloccati da palazzo Donini con una delibera di mercoledì 21 febbraio interesseranno tutte le aziende ospedaliere e sanitarie umbre. In totale lo stanziamento è di 70 milioni, di cui 10 destinati a interventi di messa in sicurezza e ammodernamento delle strutture ospedaliere del nascente Terzo polo Foligno-Spoleto. “Si tratta – spiegano dalla Regione Umbria – di fondi composti da quote statali, regionali e delle aziende sanitarie che permetteranno, a seguito dell’accordo di programma che verrà sottoscritto con il ministero della Salute, di finanziare 53 interventi richiesti direttamente dalle aziende sanitarie ed ospedaliere su tutto il territorio regionale”. Per ciò che riguarda la nascita del Terzo Polo (di competenza della Usl 2) i soldi saranno così destinati: per l’ospedale di Spoleto andranno 6,4 milioni utili a effettuare interventi di miglioramento sismico, 900mila per le opere antincendio e blocco operatorio, 300mila per l’ampliamento di 18 posti in Dialisi, 478mila per l’acquisto di strumentazione. Al “San Giovanni Battista” di Foligno saranno destinati 600milaeuro per la strumentazione. Inoltre, previsti oltre 1,2 milioni di euro per tavoli operatori e ammodernamento delle sale ospedaliere dei presidi ospedalieri di Spoleto, Foligno e Orvieto.

Articoli correlati