Tennis, la folignate Veronica Sirci sugli scudi alla Nation Cup

La giovane tennista che si allena alla Tennis Training ha rappresentato l'Italia nel torneo di Brescia con i cinquanta dei migliori under12 del mondo

Veronica Sirci

Soddisfazione in casa Tennis Training per il bel torneo di Veronica Sirci chiamata a rappresentare l’Italia nella prestigiosa Nation Cup di Brescia, un torneo che vede competere da 15 anni una cinquantina dei migliori talenti under 12 del mondo. Nel primo turno sul cemento indoor le ragazze azzurre, guidate da Omar Urbinati, hanno tenuto a distanza le israeliane con due comodi successi. Il primo, messo a segno proprio da Veronica Sirci che ha rifilato un 6-3 6-2 a Yona Nerya. Nel secondo turno le azzurrine sono state chiamate a bissare il successo contro Israele, questa volta contro la Slovenia. E l’Italia ha dovuto dire di nuovo grazie all’umbra Veronica Sirci e alla emiliana Emma Valletta. Veronica ha firmato l’1-0 battendo per 6-1 4-6 6-1 Leontina Stojanovic, la seconda ha chiuso i conti andando a valanga contro Brina Sulin, battuta con un 6-0 6-0 che la dice lunga sugli equilibri visti in campo. E poi, una volta archiviato il successo finale, le due azzurrine hanno fatto coppia per prendersi anche la vittoria in doppio, maturata con un facile 6-2 6-2 ai danni di Milic/Sulin. Nell'ininfluente partita contro la Francia, il fatto di aver già ipotecato l’accesso alle semifinale ha certamente pesato, ma la coppia azzurra Sirci/Valletta ha comunque ben figurato, arrivando ad un passo dal successo. Sul 7-4 del long tie-break finale (che in doppio sostituisce il terzo set), le due azzurre hanno perso sei degli ultimi sette punti contro il duo Babel/Zoppas, chiudendo il girone al secondo posto, costrette quindi ad incontrare in semifinale il Canada, grande favorito della manifestazione. Ottima prova di Veronica, nonostante la sconfitta, anche nella sfida contro le canadesi. Nel match che la vedeva opposta alla giovane Dasha Plekhanova, l’azzurra della Tennis Training si è portata avanti di un set e un break prima di subire il ritorno dell’avversaria, abile a cambiare ritmo e traiettorie dei propri colpi fino al 3-6 6-3 6-4 finale. Dunque un ottimo torneo per Veronica Sirci, che conferma di essere uno dei migliori prospetti azzurri della sua  età.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento