23.3 C
Foligno
domenica, Maggio 26, 2024
HomeAttualitàMontefalco: un 2014 di importanti risultati ambientali

Montefalco: un 2014 di importanti risultati ambientali

Pubblicato il 2 Gennaio 2015 11:49 - Modificato il 6 Settembre 2023 01:18

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

“Anziani allontanati dal comizio e identificati”: “giallo” sul comizio elettorale

Il fatto, che stando a quanto riportato da Uniamo Foligno sarebbe accaduo a Belfiore durante l'incontro elettorale del centrodestra, avrebbe riguardato due rappresentanti dell'Us Belfiore che chiedevano la sede per l'associazione: “Il sindaco condanni l'episodio”

Via Flaminia Antica, scuole protagoniste

Il progetto ideato dal Club per l'Unesco di Foligno e Valle del Clitunno ha visto il coinvolgimento di tantissimi istituti del territorio, che hanno approfondito la storia della via di comunicazione romana

Quintana, ecco il palio della Sfida firmato da Mirabella

Il trentaseinne originario di Enna ha firmato il drappo presentato nel corso della Cena Grande e realizzato in collaborazione con Massimo Fiordiponti, storico quintanaro che ha curato la parte sartoriale

Un 2014 ricco di risultati per l’amministrazione comunale di Montefalco in materia ambientale. Sono infatti iniziati e finiti i lavori della riqualificazione ambientale ex discarica in località fonte Petrella e sono stati raggiunti tutti gli obbiettivi prefissati per il mantenimento della certificazione Emas senza avere nessuna prescrizione di non conformità. Il Comune di Montefalco è inoltre riuscito a mantenere la Bandiera arancione del Touring Club italiano per l’alta qualità turistico-ambientale. Eseguite, in collaborazione col Consorzio di Bonifica le manutenzioni ordinarie su tutti i corsi d’acqua. Adesso si guarda al nuovo anno appena iniziato: “Per il 2015 – spiega il consigliere con delega all’ambiente Mario Tabarrini – l’obbiettivo prioritario da raggiungere è il potenziamento e l’adeguamento delle condotte fognarie, la copertura del 65 per cento del territorio comunale della raccolta differenziata e l’adesione al Patto dei Sindaci che è il principale movimento europeo che vede coinvolte le autorità locali e regionali impegnate ad aumentare l’efficienza energetica e l’utilizzo di fonti rinnovabili nei loro territori”.

Articoli correlati