28 C
Foligno
mercoledì, Luglio 24, 2024
HomeCulturaLa Quintana portavoce del ricamo a livello europeo

La Quintana portavoce del ricamo a livello europeo

Pubblicato il 2 Luglio 2015 10:26 - Modificato il 5 Settembre 2023 23:42

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Esce di casa per andare a lavoro, ma non si presenta: si cerca Eleonora Quaglia

A segnalare la scomparsa della 38enne sono stati familiari e amici tramite i social. Mercoledì mattina sarebbe partita da Campello sul Clitunno per recarsi a Foligno, ma della giovane si sono perse le tracce

I colossi dell’aerospazio si incontrano a Londra: c’è anche l’Umbria

Diciannove le aziende del Cluster protagoniste in questi giorni del Farnborough International Airshow, una delle più importanti grandi fiere del comparto a livello mondiale. Tonti: “Orgogliosi di poter mostrare la qualità, competenza e tecnologia della nostra filiera”

Torna il Montelago Celtic Festival in versione ancora più green

La città celtica itinerante è pronta ad accogliere le migliaia di visitatori che ogni anno invadono i verdi altopiani a confine tra Marche e Umbria: un’iniziativa che si impegna ogni anno, sempre più, a ridurre l’impatto ambientale e portare il buon esempio

Storia, cultura e tradizioni dei paesi europei attraverso l’arte del ricamo. L’Ente Giostra della Quintana diventa partner del progetto “European Needlework from tradition to innovation”, insieme alla Cnos Fap di Foligno, e ai partners provenienti da Ungheria, Lituania e Slovacchia. Le delegazioni dei paesi partecipanti, guidate da Nicoletta Marongiu, sono state ricevute nei giorni scorsi a palazzo Candiotti dove la professoressa Anna Maria Rodante ha tenuto una lezione sull’ arte del ricamo, spiegando l’evoluzione delle tecniche tradizionali ed i metodi innovativi di insegnamento dell’artigianato del ricamo e del merletto. L’incontro di Foligno si inserisce nella serie di workshop, mostre e incontri per unire e valorizzare il patrimonio culturale dei diversi paesi. Il ricamo, dunque, non solo come espressione artistica e artigianale, ma funzionale a tessere e impreziosire rapporti tra i cittadini europei partendo da Foligno. I responsabili del progetto hanno infatti consegnato all’Ente Giostra un attestato che riconosce alla città e alla Quintana di essere un centro privilegiato di scambio di conoscenze, idee ed esperienze tra le diverse nazioni e la cultura che li identifica. 

Articoli correlati