21.3 C
Foligno
sabato, Maggio 25, 2024
HomeCronacaFoligno, festa grande per la Municipale: “Veri interlocutori della gente”. GALLERY

Foligno, festa grande per la Municipale: “Veri interlocutori della gente”. GALLERY

Pubblicato il 19 Novembre 2016 10:50 - Modificato il 5 Settembre 2023 18:45

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

A Spello un weekend all’insegna della stand-up comedy, danza e musica con Strabismi

Decima edizione per la rassegna che vede alla direzione artistica Alessandro Sesti, nata con il duplice obiettivo di dare spazio e sostenere i giovani artisti ed al contempo riavvicinare il pubblico al teatro

Da Foligno e Assisi in 150 per la prima Giornata mondiale dei bambini

Sabato 25 maggio le delegazioni delle due diocesi raggiungeranno Roma per partecipare all’evento voluto da Papa Francesco per riflettere sulla condizione dei più piccoli, offrendo un momento di riflessione sul loro futuro e sul mondo che gli verrà consegnato

Erbe medicamentose e “stregoneria” al Convito medievale di Bevagna

In attesa dell’appuntamento di giugno con il Mercato delle Gaite, sabato 25 maggio, in occasione del banchetto annuale, tra pietanze, musiche, spettacoli e costumi, il borgo bevanate riporterà in vita le tradizioni e gli usi tipici dell’epoca

La tradizione, l’orgoglio, il servizio. Il Corpo di polizia municipale di Foligno celebra i suoi 170 anni dalla fondazione in uno dei momenti più delicati ed impegnativi per la città. Oltre all’ordinario, i vigili urbani, così come le altre forze dell’ordine, stanno facendo fronte a due importanti emergenze: quella legata all’accoglienza dei migranti e l’altra riguardante la crisi sismica. Un lavoro raddoppiato ma che non ha mai visto gli agenti esimersi dal loro dovere. In una sala del consiglio comunale gremita, sono inoltre stati premiati gli agenti Antonietta Raponi, Claudio Tamburo e Francesca Masciotti, per aver salvato “con freddezza e coraggio” la vita ad una persona colpita da malore dopo un incidente stradale, utilizzando il defibrillatore e “mettendo in condizione gli operatori del 118 di trasportare il paziente al pronto soccorso”. Insomma, un’attenzione al bene dei cittadini davvero eccezionale. “Negli anni il personale dipendente, in più occasioni – ha affermato la comandante del Corpo, Piera Ottaviani – ha dato dimostrazione della propria professionalità ed altruismo con azioni che hanno consentito di salvare la vita a persone trovatesi in difficoltà, di fronte alle calamità naturali ma anche ad altre situazioni al limite”. In questo ultimo anno di attività la Municipale ha visto l’ingresso di tre nuovi agenti provenienti dalla polizia provinciale, lavorando anche per la sicurezza di eventi di caratura nazionale come la Tirreno-Adriatico e il Giro d’Italia. “Oggi – ha concluso la comandante – si festeggia l’anniversario della fondazione del Corpo di polizia municipale, ma questo ci deve essere da stimolo per proseguire e migliorare il servizio a favore della comunità”. I festeggiamenti si sono svolti in concomitanza con quelli dell’associazione nazionale polizia di stato, alla presenza del sottosegretario all’Interno Gianpiero Bocci e i rappresentanti del Comune di Perugia e di Spoleto come il sindaco della città Ducale, Fabrizio Cardarelli. “Ricordare oggi il ruolo dei vigili urbani e di tutte le forze dell’ordine – a ricordato il presidente del consiglio comunale, Alessandro Borscia – mi offre l’occasione per riflettere sulla legalità e l’impegno morale del loro spirito di servizio”. Il sindaco Nando Mismetti si è soffermato sull’impegno dei Foligno nell’essere “una città solidale, che non si può rifiutare di accogliere i profughi”, così come il lavoro delle forze dell’ordine in merito al sisma. “La loro – ha affermato il sottosegretario Bocci – è una storia bella ed impegnativa. Sono loro i veri interlocutori della popolazione, li troviamo di fronte alle scuole e nei momenti difficili”. Alla cerimonia non è voluta mancare nemmeno una squadra dei vigili del fuoco di Milano, impegnata in Umbria per le verifiche post-sisma. Al momento di ricevere l’elogio, l’agente Claudio Tamburo ha voluto ringraziare i colleghi: “sono uomini e donne – ha detto – che si mettono al servizio della cittadinanza, è per questo che voglio condividere con loro questo riconoscimento”. Al termine della cerimonia, tutti nella tensostruttura che ospita i fedeli di San Feliciano per la messa del vescovo di Foligno, Gualtiero Sigismondi: “Per quanto un uomo possa cadere in basso, Dio non gli ritirerà mai la patente della libertà – ha affermato nell’omelia -. La Misericordia è la divisa di Dio ed egli ci insegue non per catturarci, ma per darci la vita”.

 

Fabio Luccioli
Fabio Luccioli
Direttore di Radio Gente Umbra e Gazzetta di Foligno

Articoli correlati