7.5 C
Foligno
venerdì, Aprile 19, 2024
HomePoliticaAnche a Foligno costituito il Movimento democratico e progressista

Anche a Foligno costituito il Movimento democratico e progressista

Pubblicato il 20 Novembre 2017 17:42

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Firenze, si conclude l’era Betori: il nuovo arcivescovo è don Gherardo Gambelli

Dopo aver accettato la rinuncia al governo pastorale del cardinale folignate, Papa Francesco ha nominato il suo successore: 55 anni, dal 2011 al 2022 è stato missionario in Ciad. Lo scorso anno il ritorno nel capoluogo toscano come parroco della Madonna della Tosse

“Evento politico” nella sede di Sviluppumbria: Pd e M5S insorgono

I “dem” Meloni e Bori pronti a depositare un’interrogazione in Regione sull’incontro dedicato alla tutela del “made in Italy” promosso da Fratelli d’Italia. A far sentire la propria voce anche il pentastellato De Luca: “Grave sbavatura istituzionale”

Dal Mic quasi 3,5 milioni per l’Umbria: ci sono anche Cannara e Spello

Il Piano triennale per le opere pubbliche interesserà in Umbria ventinove interventi. Dai musei all'archeologia, i fondi non saranno però destinati alle biblioteche

Si chiama Articolo 1 Movimento Democratico e Progressista ed è la nuova componente, l’ultima in ordine temporale, che si sta presentando all’Italia per dare alla politica un volto innovativo. Lo scorso venerdì lo ha fatto a Foligno con un evento dal titolo “Un nuovo inizio” ed un manifesto che riportava in calce proprio quell’articolo 1 della Costituzione italiana che a questo nuovo movimento dà il nome. Perché è ripartendo dal concetto dell’Italia come di una Repubblica fondata sul lavoro e della sovranità popolare che questa nuova realtà si dice pronta a scendere in campo “per tornare a parlare” e “per tornare a progettare il futuro”. E venerdì scorso, al centro sociale di Sportella Marini, sono stati numerosi i cittadini che hanno assistito all’incontro nel quale si è formalmente costituito il coordinamento folignate. “Molti – fanno sapere gli organizzatori – i rappresentanti di altre forze politiche, da Sinistra Italiana al Partito democratico, del mondo del sindacato e dell’associazionismo, provenienti da varie parti dell’Umbria, che hanno alimentato un ricco dibattito”. Ad emergere è stato lo spirito unitario e riformatore, “in netta discontinuità – proseguono dall’organizzazione – con le politiche dell’ultimo decennio e rivolto, in particolare, a quel vasto mondo di donne e di uomini che non si sente più rappresentato dall’attuale classe politica e che preferisce rifugiarsi nell’astensionismo e nel voto di protesta”. Nelle intenzioni dei suoi sostenitori, il nuovo movimento vuole quindi andare oltre, offrendosi come “strumento di partecipazione aperto e plurale” pronto ad “approdare in un nuovo progetto più ampio e rappresentativo, che superi non solo l’attuale frammentazione dei partiti ma che sappia immaginare la nuova sinistra per i decenni a venire”. Il tutto sulla scia di un percorso nazionale che culminerà nella grande assemblea del 3 dicembre prossimo “con la costituzione – annunciano dal Movimento – di un progetto unitario per le prossime elezioni politiche”. Guardando al locale, invece, l’obiettivo è quello di “riaprire un dialogo tra le varie identità della Valle Umbra Sud in un contesto regionale da stimolare e rivitalizzare”. Ed ad abbracciare il nuovo Movimento è anche Vincenzo Falasca, attuale consigliere comunale di maggioranza nel centrosinistra folignate guidato da Nando Mismetti, che recentemente aveva annunciato la volontà di non rinnovare l’iscrizione al Partito democratico di cui faceva parte.

Articoli correlati