11.3 C
Foligno
sabato, Aprile 20, 2024
HomeCronacaFoligno, dalle infrastrutture alle asfaltature passando per le rotatorie: gli interventi del...

Foligno, dalle infrastrutture alle asfaltature passando per le rotatorie: gli interventi del 2018

Pubblicato il 13 Dicembre 2017 18:05

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Gli sbandieratori e musici di Foligno di nuovo in Spagna: esibizione davanti a 40mila turisti

Dopo l’appuntamento di Alcalà de Henares per il “Mercado Cervantino”, seconda trasferta iberica per il gruppo che ha fatto tappa nella regione autonoma di Castilla-La Mancha per partecipare ad uno dei festival storici più importanti del Paese

Il Giro d’Italia arriva a Foligno: raffica di iniziative collaterali

Convegni, incontri, presentazioni di libri, passeggiate in rosa, iniziative per i bambini, pedalate per le vie della città: sono solo alcuni degli eventi previsti per "In giro al Centro del mondo". In programma anche una collaborazione con la Caritas e la realizzazione di un fumetto

Un mese di lavori sulla Orte-Falconara: come e quando cambia il servizio ferroviario in Umbria

La linea sarà interessata da lavori indispensabili sotto il profilo strutturale e tecnologico. Da parte di Trenitalia saranno previsti dei servizi sostitutivi per gli spostamenti

Tredici milioni e mezzo già sono stati spesi, altri venti sono pronti per essere investiti. E’ questo l’ammontare della cifra che l’amministrazione comunale di Foligno è pronta a mettere sul piatto per quanto riguarda i lavori pubblici in città. Dal 2014 ad oggi, ovvero dall’avvio della seconda legislatura a firma Mismetti, il Comune ha investito 13,5 milioni in opere pubbliche. Ma il “grosso” arriverà a cavallo tra l’anno in corso e quello che verrà. Già, perché tra il 2017 e il 2018 la previsione di spesa da parte del Comune è di altri 20 milioni di euro grazie anche ai vari fondi che arriveranno a livello nazionale. SCUOLA – La programmazione degli interventi parte dall’edilizia scolastica, con progetti già noti a tutti: dai lavori per il rifacimento della “Carducci” alla nuova materna di Scafali, passando per la materna di San Giovanni Profiamma, il polo scolastico del Foro Boario e il risanamento conservativo e adeguamento degli asili nido, sarà di quasi 11 milioni di euro la cifra da investire. IMPIANTISTICA SPORTIVA – Si passa poi all’impiantistica sportiva, con la riqualificazione della palestra di via Nazario Sauro e quella della gradinata dello stadio “Blasone” (la gara sarà indetta entro fine anno). In fase di affidamento i lavori per la nuova piastra di pattinaggio di Sportella Marini e per la rete fognaria del ciclodromo “Casini”. Insieme a ciò, in programma entro gennaio il termine dei lavori per il nuovo controsoffitto della piscina coperta. ASFALTATURE – Ma il 2018 sarà anche l’anno delle asfaltature. In particolare, arriverà nuovo catrame per via Trinci, via Flavio e piazza Fratti (Sant’Eraclio), Treggio e le zone di via Monte Pennino, via Colle Scandolaro, Uppello, Popola, parcheggio stadio, via Fiamenga, Sostino e la strettoia di Borroni. INFRASTRUTTURE – Spazio anche ai legami sociali con il nuovo Centro civico intitolato a don Giuseppe Cavaterra che sorgerà a Scafali (130mila euro, lavori a gennaio) ed il Centro ricreativo di Maceratola per 250mila euro. STRADE – Oltre alla sistemazione delle attuali piste ciclabili e la realizzazione di nuovi tratti (leggi qui), nella programmazione del Comune c’è anche la progettazione delle rotatorie di via Piave e ponte San Magno, insieme all’allargamento di via delle Fornacette ed una strada di collegamento tra Trevi e Sant’Eraclio. ILLUMINAZIONE – Pronto anche un innovativo sistema di pubblica illuminazione. Attualmente in fase di progettazione esecutiva, entro fine 2017 dovrebbe arrivare l’indizione della gara per nuova luce in via Arcamone, viale Firenze, via Piave, via Nazario Sauro, viale Roma, via Cesare Battisti, viale IV Novembre, viale Mezzetti. BENI CULTURALI – L’anno che sta per entrare dovrebbe essere quello buono anche per vedere l’avvio dei lavori di restauro della Fonte di Verchiano e la ristrutturazione della Maestà di Borroni, insieme all’ampliamento del cimitero di Belfiore. PIR – Di non poco conto la chiusura di vari Pir uniti alla progettazione esecutiva di nuovi. Si parte con quello di Capodacqua: 2 milioni di euro con i lavori previsti per il primo trimestre del 2018. C’è anche il Pir di Cancellara che sarà seguito dalla locale comunanza agraria. Verrà completato il Pir di Belfiore e verrà avviato quello di Colfiorito, insieme a quello di piazza Giacomini, via Franco Ciri, via Majotti. Si chiude con delle opere di sostegno per la frazione di Casenove.

Articoli correlati