20.2 C
Foligno
lunedì, Aprile 15, 2024
HomeAttualitàBevagna tra i cinque Comuni eletti "Città del Sollievo"

Bevagna tra i cinque Comuni eletti “Città del Sollievo”

Pubblicato il 18 Gennaio 2018 12:30

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Colpito da infarto, ictus e trombosi guida fino in ospedale, poi crolla nel parcheggio: salvato dai medici

Protagonista dell'incredibile vicenda un 65enne che, impossibilitato a parlare per chiedere aiuto, ha deciso di raggiungere in autonomia il "San Giovanni Battista". Straordinario lavoro di squadra da parte dei medici: gli interventi non hanno avuto complicanze

Elezioni, a Montefalco sarà Alfredo Gentili a sfidare Daniela Settimi

Funzionario giudiziario in pensione, Gentili proviene dal mondo dell'associazionismo e punterà a “generare un necessario e proficuo cambiamento”

A Nocera Umbra tante iniziative per ricordare Fulvio Sbarretti e Augusto Renzini

In occasione dell'ottantesimo anniversario delle due Medaglie d'oro assegnate ai carabinieri, la città delle acque ha organizzato un fitto programma che durerà fino al prossimo mese di novembre

Bevagna insignita del titolo di “Città del Sollievo” dalla Fondazione Gigi Ghirotti. Lunedì 15 gennaio in occasione della 51esima Charter Night del Lions Club di Foligno e della visita del Governatore del Distretto Lions 108L, Rocco Falcone, presso la cantina Caprai cinque Comuni del territorio sono stati onorati dell’importante riconoscimento. Oltre a Bevagna infatti anche Foligno, Spello, Montefalco e Trevi hanno partecipato alla cerimonia di conferimento. L’entrata ufficiale nella rete del Comitato Solidarietà e Sollievo testimonia l’impegno di un territorio intero a partecipare, promuovere e realizzare, attraverso le associazioni di volontariato, le istituzioni sanitarie e scolastiche, azioni e progetti finalizzati a prendersi cura di chi ha più bisogno. “La Fondazione Ghirotti – dichiara il sindaco di Bevagna, Annarita Falsacappa –  ha riconosciuto l’impegno che questo territorio profonde nella solidarietà, nella vicinanza a persone malate, bisognose di affetto o semplicemente di una presenza amica e ne ha riconosciuto l’importanza. L’iniziativa ha avuto valore per ogni singolo Comune e per la rete di Comuni che unitamente rispondono alle esigenze dell’umanità”.

Articoli correlati