7.3 C
Foligno
giovedì, Aprile 25, 2024
HomeCronacaTrevi, in manette per spaccio di droga: finisce nei guai un 55enne

Trevi, in manette per spaccio di droga: finisce nei guai un 55enne

Pubblicato il 7 Febbraio 2018 14:11

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Foligno, Tari in aumento: 2% in più per le famiglie e 13% per le utenze non domestiche

Le tariffe della tassa sui rifiuti per il 2024 sono state illustrate dall’assessore Ugolinelli nel corso della seduta della prima commissione consiliare. Lunedì 29 aprile il passaggio in consiglio per l’approvazione definitiva

Verso le amministrative: Matteo Salvini primo “big” a Foligno

In vista delle prossime elezioni comunali, il leader leghista farà la sua comparsa all'auditorium “Santa Caterina. Sarà l'occasione per presentare la lista cittadina del Carroccio

Liste d’attesa, la Regione vara un piano da 11,5 milioni di euro

L'investimento servirà per il recupero e il contenimento delle prestazioni sanitarie. Alla Usl 2 dell'Umbria saranno destinati poco più di 2 milioni di euro. Entro metà maggio la verifica delle tempistiche

Era considerato un punto di riferimento per lo spaccio di cocaina nel territorio della Valle Umbra Sud. Per questo motivo un 55enne di origini albanesi, ma residente a Trevi, è stato arrestato dai carabinieri della locale stazione. L’uomo è finito in manette al termine di un’articolata indagine partita lo scorso autunno, quando i militari trevani, coordinati dalla Compagnia di Foligno, avevano dato il via a tutta una serie di controlli finalizzati al contrasto dell’uso di stupefacenti e abuso di alcool fra i giovani del territorio. Grazie alle informazioni acquisite, sono così riusciti a focalizzare l’attenzione sul 55enne e a documentare le numerose ed abituali cessioni di droga a diversi soggetti provenienti dai Comuni di Spoleto, Foligno e Trevi. Elementi utili per permettere al giudice per le indagini preliminari di Spoleto di emettere il provvedimento restrittivo. Il 55enne è quindi finito agli arresti domiciliari nella propria abitazione di Trevi. Troncata così la sua consolidata attività di spaccio.

Articoli correlati