8.1 C
Foligno
venerdì, Aprile 19, 2024
HomeAttualitàFoligno, gli studenti del "Marconi" a lezione di sicurezza ferroviaria

Foligno, gli studenti del “Marconi” a lezione di sicurezza ferroviaria

Pubblicato il 8 Febbraio 2018 15:00

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Firenze, si conclude l’era Betori: il nuovo arcivescovo è don Gherardo Gambelli

Dopo aver accettato la rinuncia al governo pastorale del cardinale folignate, Papa Francesco ha nominato il suo successore: 55 anni, dal 2011 al 2022 è stato missionario in Ciad. Lo scorso anno il ritorno nel capoluogo toscano come parroco della Madonna della Tosse

“Evento politico” nella sede di Sviluppumbria: Pd e M5S insorgono

I “dem” Meloni e Bori pronti a depositare un’interrogazione in Regione sull’incontro dedicato alla tutela del “made in Italy” promosso da Fratelli d’Italia. A far sentire la propria voce anche il pentastellato De Luca: “Grave sbavatura istituzionale”

Dal Mic quasi 3,5 milioni per l’Umbria: ci sono anche Cannara e Spello

Il Piano triennale per le opere pubbliche interesserà in Umbria ventinove interventi. Dai musei all'archeologia, i fondi non saranno però destinati alle biblioteche

Anche quest’anno il treno della legalità è tornato a fermarsi nelle scuole superiori di Foligno. E’ accaduto negli scorsi giorni al liceo scientifico e artistico “Marconi”, nell’ambito della dodicesima edizione delle Giornate di informazione e di approfondimento, progetto scolastico curato dai docenti Annarita Falsacappa e Luigi Simeoni in collaborazione con i rappresentanti degli studenti. In programma una quattro giorni dedicata all’attualità, con un occhio attento anche alla legalità. In agenda, infatti, diversi laboratori di educazione al rispetto di quelle che sono le leggi. Tra cui, appunto, “Train to be cool”, che ha visto l’ingresso nell’Istituto di via Isolabella degli uomini della polizia ferroviaria, a cominciare dal responsabile della sezione di Foligno, Alessandro D’Antoni. Nel corso dell’incontro, si è cercato di mettere i giovani in guardia dai pericoli in cui ci si può imbattere frequentando le stazioni, ma non solo. Oltre ad elencare rischi e buoni comportamenti – sia che ci si trovi a bordo del treno o meno – sono state anche illustrate le sanzioni e i risvolti di carattere penale in cui si può incorrere. Come sempre, poi, attenzione alla distrazione, soprattutto quando si indossano le cuffie per ascoltare la musica o si utilizzano gli smartphone. Insomma, un appuntamento che – come consuetudine ormai vuole – non solo punta a mettere i giovanissimi alla larga dai pericoli, ma sottolinea anche l’attenzione e la vicinanza della polizia ferroviaria nei confronti della comunità per la quale opera quotidianamente.

Articoli correlati