26.8 C
Foligno
sabato, Luglio 20, 2024
HomeCronacaSpoleto, lavori alla scalinata di piazza Pianciani: si parte a fine anno

Spoleto, lavori alla scalinata di piazza Pianciani: si parte a fine anno

Pubblicato il 8 Febbraio 2018 11:51

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

“Rhapsody in blue”: Marco Scolastra e la Filarmonica di Belfiore aprono “eVenti d’estate”

Il concerto inaugurale è in programa sabato 20 luglio alle 21 nella splendida cornice di Villa Fabri di Trevi. In programma la musica di Gershwin, Bernstein, Marquéz e una dedica speciale ai cento anni del capolavoro suonato per la prima volta a New York

Poreta brucia ancora: persi 120 ettari di bosco. Ci sono due denunce

L’ipotesi è che a provocare l’incendio sia stata una mietitrebbia impiegata nella lavorazione di un campo di farro: le indagini affidate ai carabinieri forestali. Oltre alle squadre di terra, in volo tre canadair e un elicottero

Vaccino anti papilloma, l’Umbria amplia il servizio gratuito

A essere interessate dal provvedimento le donne di 29 e 30 anni. Dalla Regione 400mila euro in più per prevenire incidenza dei tumori e altre patologie HPV correlate

Per rimettere a posto la scalinata di piazza Pianciani ci vorrà ancora del tempo. Tra l’approvazione del progetto da parte della Soprintendenza e il successivo bando con assegnazione ed esecuzione dei lavori, probabilmente ci si metterà mano verso la fine dell’anno (con annesso rifacimento della piazza ovviamente). Senza dimenticare, per di più, che nel mezzo c’è anche chi avrà l’onere di stimare il danno che quel furgoncino piombato addosso alla scalinata ha fatto e chi dovrà poi stabilire il relativo risarcimento. Ma ci sono dei lavori urgenti a cui l’attuale legislatura del Comune di Spoleto vuole tener fede. Nonostante manchino davvero pochi mesi alla fine dell’amministrazione Cardarelli. Una fine anticipata per la prematura scomparsa dello stesso sindaco poco meno di due mesi fa. Una sorta di rush finale, insomma, che permetterà all’assessorato dei Lavori pubblici, capitanato da Angelo Loretoni, di rimettere in sicurezza molte strade della città e delle sue frazioni (e non solo). Con appalti che sono già partiti e altri che partiranno a breve, per un costo totale che sfiora un milione e 100mila euro. Ecco, nel dettaglio, tutti i lavori che interesseranno le strade cittadine e altre strutture strategiche, e ogni singolo investimento. Per quanto riguarda la messa in sicurezza delle strade urbane ed extraurbane, c’è via Ambrosili, ed esattamente il tratto che va dalla rotonda dell’Emi (San Nicolò) fino alla chiesetta di Marrubia, per quello che sarà un investimento tra i più onerosi dei quindici totali messi in calendario da qui a qualche mese, esattamente 165mila euro. Altre due opere stradali che comporteranno maggiori spese sono quelle che riguardano la strada di Collemarozzo, per 100mila euro, e la realizzazione dei marciapiedi, ambo i lati, in via Flaminia, strada fresca di bitumatura, per 115mila euro. E poi, per quanto riguarda le strade cittadine, c’è viale Matteotti, nel tratto che va dal distributore Api a piazza della Libertà, su cui si spenderanno 80mila euro, via delle Monterozze, la cui messa in sicurezza costerà 55mila euro, piazza XX Settembre per 45mila euro, e l’incrocio tra via Martiri della Resistenza e piazza Vittoria per 55mila euro. E poi ci sono le frazioni cittadine, i cui abitanti, spesso, lamentano la scarsa attenzione da parte delle istituzioni locali rispetto alla manutenzione delle vie che loro percorrono ogni giorno. Ebbene, nel giro di poche settimane, alcune di queste verranno rimesse a nuovo. E sono, per l’esattezza quella che porta al cimitero di San Severo, il cui intervento costerà 86mila euro e la strada comunale di Casigliano (vicino Strettura) per la quale si investiranno 38mila euro. Verrà istallata invece una balaustra lungo il percorso che conduce a San Silvestro per 18mila euro, mentre altri 50mila euro il Comune di Spoleto li spenderà per mettere, o sostituire, i guard rail in altri punti delle strade comunali. E poi c’è il completamento dei loculi al cimitero di San Sabino (secondo lotto) per una spesa di poco inferiore a 72mila euro, e i lavori di ristrutturazione dei locali situati sopra la Porta Leonina, inagibili già da diversi anni per 50mila euro. Infine, ma non certo ultimo, ci sarà un importante intervento sulla segnaletica stradale, per la quale l’assessorato di Angelo Loretoni ha deciso di spendere 60mila euro. 

Articoli correlati