8.1 C
Foligno
venerdì, Aprile 19, 2024
HomeCulturaLa chimica si mette in mostra a Foligno grazie agli studenti delle...

La chimica si mette in mostra a Foligno grazie agli studenti delle scuole cittadine

Pubblicato il 12 Marzo 2018 14:31

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Firenze, si conclude l’era Betori: il nuovo arcivescovo è don Gherardo Gambelli

Dopo aver accettato la rinuncia al governo pastorale del cardinale folignate, Papa Francesco ha nominato il suo successore: 55 anni, dal 2011 al 2022 è stato missionario in Ciad. Lo scorso anno il ritorno nel capoluogo toscano come parroco della Madonna della Tosse

“Evento politico” nella sede di Sviluppumbria: Pd e M5S insorgono

I “dem” Meloni e Bori pronti a depositare un’interrogazione in Regione sull’incontro dedicato alla tutela del “made in Italy” promosso da Fratelli d’Italia. A far sentire la propria voce anche il pentastellato De Luca: “Grave sbavatura istituzionale”

Dal Mic quasi 3,5 milioni per l’Umbria: ci sono anche Cannara e Spello

Il Piano triennale per le opere pubbliche interesserà in Umbria ventinove interventi. Dai musei all'archeologia, i fondi non saranno però destinati alle biblioteche

Dopo aver ospitato, lo scorso anno, l’affascinante mostra dedicata all’Artico e curata dal Cnr, il Laboratorio di scienze sperimentali di Foligno è pronto per tornare a sorprendere il proprio pubblico. Quest’anno, infatti, in occasione dell’ottava edizione di Festa di scienza e filosofia, che si terrà a Foligno dal 26 al 29 aprile, ci sarà un evento speciale dedicato alla chimica. Si tratta di una mostra didattica interattiva, dal titolo “La chimica. Storia, scienza, società”, allestita a palazzo Candiotti – ribattezzato per l’occasione Palazzo della Scienza – nell’ambito di Experimenta, sezione curata da Corrado Morici. Punto di forza della mostra sarà la realizzazione di una tavola periodica, sotto forma di teca, – alta due metri e lunga tre metri – all’interno della quale saranno presenti tutti gli elementi, per lo più campioni reali, fatta eccezione per quelli pericolosi o nobili, riprodotti mediante stampa 3D, e per quelli fisicamente non rappresentabili. Ogni elemento, inoltre, sarà descritto attraverso apposite informazioni. Presenti, inoltre, delle sezioni espositive che riguarderanno singoli elementi o gruppi, costituite da attrezzature multimediali per la proiezione di immagini e filmati e di informazioni. Prevista, poi, tutta una serie di attività connesse: dalle conferenze tematiche sulla scoperta e l’utilizzo degli elementi a sessioni scientifiche sperimentali che vedranno protagonisti i giovani e il grande pubblico. Tra gli esperimenti condotti su questo fronte, quelli relativi all’isolamento degli elementi chimici e alle loro reazioni. A realizzare il progetto un apposito comitato scientifico – composto da Raimondo Germani e da Paola Sassi, rispettivamente docente di Chimica organica e di Chimica fisica all’Università degli Studi di Perugia, e da Gabriele Pastori, Ph.D. in Scienze chimiche – con la collaborazione degli studenti del Liceo scientifico “Marconi”, dell’Itt “Da Vinci” e dell’Ipia “Orfini” di Foligno, coordinati dalla professoressa Claudia Cappelletti. Proprio i ragazzi, dopo un periodo di formazione, sono passati alla fase operativa di ricerca ed elaborazione dei contenuti scientifici delle sezioni espositive, di realizzazione grafica dei contenuti cartacei e multimediali e di progettazione e stampa in 3D di alcuni materiali. La mostra verrà inaugurata il 4 aprile prossimo a palazzo Candiotti, dove rimarrà fino al 31 maggio, per poi essere trasferita in maniera permanente nei locali del Laboratorio di scienze sperimentali. Intanto mercoledì 14 marzo, alle 11.30, la struttura di via Isolabella ospiterà una presentazione della mostra, ed in particolare degli elementi riprodotti attraverso la stampa 3D, alla quale prenderanno parte gli studenti coinvolti nel progetto e l’assessore comunale allo sviluppo economico e turismo, Giovanni Patriarchi.

Articoli correlati