26.5 C
Foligno
domenica, Luglio 21, 2024
HomeCronacaDa un treno all’altro per fare incetta di smartphone: in manette 26enne

Da un treno all’altro per fare incetta di smartphone: in manette 26enne

Pubblicato il 21 Marzo 2018 14:58

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Operazione “Oro rosso”, controlli straordinari della Polfer contro i furti di rame

Gli agenti di Foligno e Perugia hanno effettuato verifiche in tre attività di rottamazione per il rispetto delle normative di settore e lungo le linee ferroviarie per accertare l’integrità dei cavi. Intensificata anche l’attività nelle stazioni: identificate 259 persone

Mezzi ancora in azione a Poreta: in volo un canadair e un elicottero

Proseguono per il terzo giorno consecutivo le operazioni di spegnimento dell’incendio che ha interessato le aree ai confini tra i comuni di Campello e Spoleto. Fino alle 20 di sabato sospensione dell’energia elettrica nelle zone interessate dalle fiamme

Il Torneo nazionale degli oratori si chiude a Foligno e incorona Joco Campus

Le finali di “TuttInGioco” hanno visto la compagine locale alzare la coppa dell'ultima delle cinque finali del progetto organizzato in 50 centri estivi dal Centro Sportivo Italiano e da Fondazione Conad ETS con il supporto di PAC 2000A Conad, per promuovere e diffondere i valori dello sport

Era a bordo di un treno diretto a Milano quando ha subito il furto del telefono e del portafogli. Vittima, un giovane che ha subito riferito l’accaduto al padre. L’uomo ha così allertato gli agenti della polfer di Foligno, guidati dal comandante Alessandro D’Antoni, che hanno così fatto scattare le indagini. E’ bastato poco per risalire al responsabile del furto, un 26enne di origini nigeriane. Il giovane è stato individuato grazie alla sinergia tra gli uomini della polizia ferroviaria e il personale di Trenitalia in servizio a bordo treno e con l’ausilio del sistema di video-sorveglianza della Stazione di Foligno. Stretto il cerchio sul sospettato, visto scendere dal treno in cui si era consumato il furto, è partita la ricerca. Il giovane è stato bloccato appena sceso da un altro convoglio diretto ad Ancona. Immediata la perquisizione, che ha permesso di rinvenire, oltre al cellulare del giovane viaggiatore del primo treno, anche altri due telefonini risultati rubati sul convoglio da cui il 26enne nigeriano era appena sceso. Per lui è quindi scattato l’arresto in flagranza di reato per furto pluri-aggravato, convalidato dal Tribunale di Spoleto che lo ha condannato a 10 mesi di reclusione ed al pagamento di una multa di 300 euro, a cui si è aggiunta anche la sanzione amministrativa prevista dalle norme ferroviarie dal momento che il giovane era sprovvisto del ticket di viaggio. La refurtiva recuperata è stata restituita ai legittimi proprietari. 

Articoli correlati