22.7 C
Foligno
sabato, Luglio 20, 2024
HomeCronacaFoligno, il grido dei residenti: “Via Santa Lucia peggio di Ponte Antimo”

Foligno, il grido dei residenti: “Via Santa Lucia peggio di Ponte Antimo”

Pubblicato il 3 Aprile 2018 11:05

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

“Rhapsody in blue”: Marco Scolastra e la Filarmonica di Belfiore aprono “eVenti d’estate”

Il concerto inaugurale è in programa sabato 20 luglio alle 21 nella splendida cornice di Villa Fabri di Trevi. In programma la musica di Gershwin, Bernstein, Marquéz e una dedica speciale ai cento anni del capolavoro suonato per la prima volta a New York

Poreta brucia ancora: persi 120 ettari di bosco. Ci sono due denunce

L’ipotesi è che a provocare l’incendio sia stata una mietitrebbia impiegata nella lavorazione di un campo di farro: le indagini affidate ai carabinieri forestali. Oltre alle squadre di terra, in volo tre canadair e un elicottero

Vaccino anti papilloma, l’Umbria amplia il servizio gratuito

A essere interessate dal provvedimento le donne di 29 e 30 anni. Dalla Regione 400mila euro in più per prevenire incidenza dei tumori e altre patologie HPV correlate

Via Santa Lucia come Ponte Antimo? C’è chi giura che la situazione sia anche peggiore nella piccola strada del centro storico, là dove sorge l’omonimo monastero che ospita l’ordine delle clarisse. Tra il parcheggio selvaggio di auto e la via in parte al buio a causa del malfunzionamento dell’illuminazione pubblica, la situazione denunciata dai residenti è abbastanza critica. Chi abita in quella parte della città, infatti, è ormai stanco di dover fare i conti con delle problematiche che si trascinano da tempo. “Nonostante abbiamo segnalato al Comune il guasto di ben quattro lampioni, indicando anche il numero identificativo di quelli fulminati, e di un quinto che funziona a fasi alterne – racconta un residente – la strada è ancora al buio”. Ma quello che riguarda l’illuminazione pubblica è, come detto, solo uno dei due grandi problemi con cui gli abitanti di via Santa Lucia devono fare i conti quotidianamente. L’altro, come già anticipato, riguarda invece il parcheggio selvaggio delle macchine. “Ci avevano detto che entro febbraio la questione si sarebbe risolta – proseguono da via Santa Lucia – con la creazione di posti destinati solo ed esclusivamente ai residenti, ma ad oggi anche su questo fronte nulla è stato fatto. Intanto – è la denuncia – chiunque arrivi lascia la propria auto dove capita, senza regole e senza fare troppa attenzione a chi ci vive”. Capita così che chi esce di casa, si ritrova l’uscita sbarrata da qualche auto. “E’ capitato la scorsa settimana – spiega un residente – con una macchina lasciata davanti ad una porta per ben due giorni. In questo modo per noi diventa difficile uscire anche di casa, siamo prigionieri nelle nostre abitazioni. Impossibile, poi, passare, se si ha una bici o un passeggino, senza considerare chi magari è disabile ed ha bisogno di spazi ampi per muoversi”. Ultima criticità riscontrata, il transito da via Santa Lucia verso via Gentile da Foligno. Pochi metri di strada diventati terra di nessuno. Anche lì il parcheggio selvaggio crea non pochi disagi, riducendo la carreggiata da doppia a singola ed imponendo un forzato transito alternato che preoccupa e non poco i residenti, soprattutto per il possibile passaggio di mezzi di soccorso. Insomma, il grido d’allarme è forte in via Santa Lucia, dove chi vi abita chiede solo il rispetto delle regole e un po’ di buonsenso, almeno fino a quando il Comune non provvederà a delimitare tutti gli appositi spazi, individuando quelli riservati ai residenti, quelli utilizzabili da tutti e quelli dove parcheggiare proprio non si può.

Articoli correlati