36.9 C
Foligno
giovedì, Luglio 18, 2024
HomeCronacaSecondo open day vaccinale, i numeri di Foligno

Secondo open day vaccinale, i numeri di Foligno

Pubblicato il 10 Gennaio 2024 19:01

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Vus, che succede? Anche Norcia dichiara guerra alla partecipata

La differenziata non decolla e anche alcuni primi cittadini stanno palesando il loro malcontento: dopo le critiche al bilancio, dalla Valnerina nuovo affondo

Bevagna, 40 anni di Festival della Pizza e di solidarietà

L’appuntamento con l’evento è dal 19 al 28 luglio negli impianti sportivi di Bevagna, un’iniziativa che sin dalla prima edizione ha donato parte dei ricavati alla lotta contro il cancro. In 39 anni donati 20.000 euro per la ricerca e l’attività di supporto al Centro di salute del borgo

Agricoltura e agroalimentare, il CSR dell’Umbria vale 95 milioni

Due i bandi previsti dalla Regione: il primo prevede lo stanziamento di 27 milioni di euro per attività agricole che intendano incrementare la redditività e la sostenibilità, mentre il secondo mette a disposizione 16 milioni di euro per le imprese agroalimentari umbre con l’obiettivo di aumentarne l’efficienza e la competitività

Secondo open day vaccinale contro il Covid-19. Dopo quello del 27 dicembre scorso, l’Umbria è tornata a ospitare l’appuntamento “straordinario” dedicato alla somministrazione del vaccino contro il Sars-Cov-2. L’obiettivo non era certo quello di far registrare grandi numeri, quanto “sensibilizzare la popolazione a vaccinarsi – ha detto l’assessore regionale alla Salute, Luca Coletto – con l’obiettivo di ridurre la circolazione del virus, garantire una protezione soprattutto ai soggetti più fragili ed evitare complicanze che potrebbero portare anche al ricovero ospedaliero”. Dalla mattinata di mercoledì 10 gennaio anche la Usl 2 dell’Umbria ha aperto i sui 12 hub vaccinali su tutto il territorio di competenza: Folignate, Spoletino, Ternano e Valnerina. Gli utenti hanno potuto ricevere la propria dose senza necessità di prenotarsi. A Foligno l’hub aperto è stato quello dell’ospedale “San Giovanni Battista”: ottanta le somministrazioni effettuate. La vaccinazione al “San Giovanni Battista” conferma la sinergia tra l’ospedale e il Distretto, che verrà portata avanti anche in futuro per incrementare sempre più la collaborazione tra le due realtà del territorio. 

“La vaccinazione anti Covid-19 è un’importante misura di prevenzione della malattia – dichiara la responsabile dei team vaccinali di Spoleto, la dottoressa Sonia Gallo – che può aiutare a proteggere le persone dalle forme gravi, dall’ospedalizzazione e, in alcuni casi, anche dalla morte. Mi sento in dovere di esortare tutti coloro che ancora non si siano protetti ad aderire all’offerta vaccinale per prevenire la malattia. La possibilità per tutti di vaccinarsi contro il Covid – spiega la dottoressa Gallo – è una vera e propria occasione di salute per scongiurare gravi conseguenze che potrebbe avere la malattia causata dal Covid. È bene ricordare che questa vaccinazione consente di proteggere indirettamente i soggetti fragili con cui si è a stretto contatto riducendo il rischio di contagio all’interno di famiglie e comunità; è quindi davvero importante fare questa scelta per tutelare la salute dei singoli, dei più fragili e anche della collettività”.

Articoli correlati