12.4 C
Foligno
lunedì, Aprile 22, 2024
HomeAttualitàA Foligno l’unico liceo del Made in Italy dell’Umbria. Neri: “Percorso multidisciplinare”

A Foligno l’unico liceo del Made in Italy dell’Umbria. Neri: “Percorso multidisciplinare”

Pubblicato il 25 Gennaio 2024 15:49

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Violenza di genere, al Commissariato di Foligno una stanza dedicata alle vittime

In via Garibaldi allestito uno spazio per le audizioni protette, frutto della sinergia tra polizia e Soroptimist International Club Valle Umbra. Il questore Lamparelli: “Un fenomeno sommerso che richiede una grande opera di sensibilizzazione e azioni preventive”

Chiesa di Foligno in lutto per la morte di monsignor Dante Cesarini

Ordinato presbitero nel 1960, il sacerdote è stato assoluto protagonista della vita culturale e della formazione teologica della Diocesi di Foligno: per diciassette anni è stato direttore della biblioteca “Jacobilli”

Zuccarini lancia la campagna elettorale con “Foligno in testa”

Tra il bilancio dei cinque anni di governo e “frecciatine” all’opposizione, dall’auditorium “Santa Caterina” ha preso il via la corsa al secondo mandato dell’attuale sindaco. Presenti gli esponenti delle forze politiche e civiche della coalizione del centrodestra

Anche l’Umbria avrà il suo liceo del Made in Italy e sarà a Foligno. L’unico istituto umbro a dotarsi di questo nuovo indirizzo sarà il liceo classico e di scienze umane “Frezzi-Beata Angela” guidato dalla dirigente scolastica Rosella Neri, che ha rispettato tutti i requisiti ministeriali previsti, compresa la presenza di un indirizzo economico sociale già in funzione. L’attivazione in via sperimentale, in tutti i 92 licei italiani abilitati, è prevista a settembre, quando prenderà il via il nuovo anno scolastico.

Intanto nella sede di viale Marconi si lavora affinché le potenzialità del nuovo indirizzo vengano comprese appieno dalle famiglie e soprattutto dagli studenti, folignati e non, che proprio in queste settimane stanno scegliendo l’istituto da frequentare il prossimo anno. In quest’ottica si iscrive l’open day in programma per sabato 27 gennaio, a partire dalle 15, negli spazi del “Beata Angela”. Così come il sabato successivo, il 3 febbraio, dalle 8.15 alle 12.30, la scuola di viale Marconi ospiterà l’iniziativa “Studente per un giorno”, che vedrà i ragazzi e le ragazze delle secondarie di primo grado diventare per qualche ora alunni del liceo con delle lezioni a loro dedicate. Saranno entrambi appuntamenti attraverso i quali la scuola presenterà la propria offerta formativa e illustrerà le competenze che potranno essere acquisite e gli sbocchi di formazione e lavoro post diploma.

“È un’opportunità in più per gli studenti – ha commentato Rosella Neri -, che potranno integrare il bagaglio culturale di base con quello che il mondo del lavoro richiede e che ci permetterà, come scuola, anche di ampliare l’offerta formativa”. Secondo quanto spiegato dalla dirigente, infatti, si tratta di un “liceo multidisciplinare innovativo in cui alle competenze letterarie e storiche si affiancheranno quelle di carattere giuridico ed economico, ma anche legate alle materie scientifiche nell’ambito delle Stem”. Tra le discipline del biennio la storia dell’arte, il diritto, l’economia politica e due lingue straniere (l’inglese ed una seconda a scelta tra lo spagnolo e il tedesco).

L’obiettivo dichiarato è quello di “creare una nuova categoria di giovani imprenditori in grado di valorizzare il patrimonio nazionale e settori strategici del made in Italy”. Tutto questo dando vita anche ad una filiera tra mondo della scuola e azienda, attraverso l’attivazione di tirocini  specifici. Gli sbocchi professionali vanno dal mondo dell’imprenditoria e del marketing a quello giuridico ed economico, fino ad arrivare alla tutela e promozione dei beni culturali dalla possibilità di frequentare l’Its Umbria Academy. Realtà, quest’ultima, che sarà presente all’open day di sabato con il direttore Oscar Proietti. Prevista, inoltre, una formazione specifica per il corpo docenti sia per le Stem che per il settore giuridico-economico.

Nonostante i tempi di promozione del nuovo indirizzo siano stretti – le iscrizioni sono partite il 23 gennaio e si chiuderanno il 10 febbraio – l’auspicio della dirigente è che questa opportunità di una un nuovo percorso scolastico trovi riscontro positivo tra le famiglie e gli studenti. “È una sfida – ha concluso la dirigente – che il collegio docenti e il consiglio di istituto hanno deciso di intraprendere e vincerla significa offrire molte competenze nuove ai ragazzi”. 

Articoli correlati