7.3 C
Foligno
giovedì, Aprile 25, 2024
HomeCulturaUn’amicizia suggellata dall’amore per la montagna: allo Zut la storia di Samuele...

Un’amicizia suggellata dall’amore per la montagna: allo Zut la storia di Samuele e Francesco

Pubblicato il 25 Gennaio 2024 11:35

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Foligno, Tari in aumento: 2% in più per le famiglie e 13% per le utenze non domestiche

Le tariffe della tassa sui rifiuti per il 2024 sono state illustrate dall’assessore Ugolinelli nel corso della seduta della prima commissione consiliare. Lunedì 29 aprile il passaggio in consiglio per l’approvazione definitiva

Verso le amministrative: Matteo Salvini primo “big” a Foligno

In vista delle prossime elezioni comunali, il leader leghista farà la sua comparsa all'auditorium “Santa Caterina. Sarà l'occasione per presentare la lista cittadina del Carroccio

Liste d’attesa, la Regione vara un piano da 11,5 milioni di euro

L'investimento servirà per il recupero e il contenimento delle prestazioni sanitarie. Alla Usl 2 dell'Umbria saranno destinati poco più di 2 milioni di euro. Entro metà maggio la verifica delle tempistiche

Un’amicizia forgiata dalle montagne, alla scoperta di un alpinismo che ha permesso la nascita di un rapporto speciale. Venerdì 9 febbraio, alle 21.15, allo Spazio Zut di Foligno, la  palestra di arrampicata “il Muro” della sezione di Foligno del Club Alpino Italiano, e lo Spazio Zut! presenteranno la serata “Sogni Montagne Amicizia” con la presenza di due alpinisti e accademici del Club Alpino Accademico Italiano, Samuele Mazzolini e Francesco Piacenza. Durante l’evento saranno proiettati video delle ascese alpinistiche dei due protagonisti, che racconteranno le imprese che hanno vissuto e i sogni che attraverso esse sono riusciti a coronare. I due, che hanno fatto dell’alpinismo l’elemento cardine del loro tempo libero, in quanto entrambi svolgono lavori che nulla hanno a che vedere con la montagna, hanno visto nascere la loro amicizia nel 2008, quando Samuele Mazzolini era già un alpinista affermato, mentre Francesco Piacenza aveva da poco compiuto i primi passi in questo ambito. Dopo aver suggellato questo rapporto con una fantastica avventura sul Monte Camicia, i due hanno iniziano a girare anno dopo anno tutte le più importanti pareti che hanno segnato la storia dell’alpinismo, diventando poi accademici del CAAI e aprendo, grazie alla loro amicizia e alla loro passione, nuovi itinerari in tutto il Centro Italia.

Articoli correlati