11.3 C
Foligno
venerdì, Aprile 19, 2024
HomeAttualitàIl fantasy che fa beneficenza

Il fantasy che fa beneficenza

Pubblicato il 2 Febbraio 2024 16:43

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Firenze, si conclude l’era Betori: il nuovo arcivescovo è don Gherardo Gambelli

Dopo aver accettato la rinuncia al governo pastorale del cardinale folignate, Papa Francesco ha nominato il suo successore: 55 anni, dal 2011 al 2022 è stato missionario in Ciad. Lo scorso anno il ritorno nel capoluogo toscano come parroco della Madonna della Tosse

“Evento politico” nella sede di Sviluppumbria: Pd e M5S insorgono

I “dem” Meloni e Bori pronti a depositare un’interrogazione in Regione sull’incontro dedicato alla tutela del “made in Italy” promosso da Fratelli d’Italia. A far sentire la propria voce anche il pentastellato De Luca: “Grave sbavatura istituzionale”

Dal Mic quasi 3,5 milioni per l’Umbria: ci sono anche Cannara e Spello

Il Piano triennale per le opere pubbliche interesserà in Umbria ventinove interventi. Dai musei all'archeologia, i fondi non saranno però destinati alle biblioteche

Una mano tesa alle famiglie più fragili del territorio. È quella dell’associazione Amici di Spello e dei Custodi di Dramar, che hanno devoluto i fondi raccolti in occasione della Fantasy Dinner, che si è tenuta il 2 dicembre scorso nella sede della Pro loco di Cantalupo di Bevagna, alla Fondazione Valter Baldaccini. Per l’occasione è stata consegnata la somma di 2.500 euro, che andrà a sostenere il progetto “Con le famiglie”. Questa è stata la prima esperienza per la maggior parte degli organizzatori – ha commentato Sara Ortolani, socia dellassociazione Amici di Spello e organizzatrice della serata – e ne siamo rimasti entusiasti: non solo siamo riusciti a riempire la sala, ma ci siamo divertiti davvero molto. Sapevamo che il risultato sarebbe stato importante sia per noi che per persone in difficoltà nel territorio – ha proseguito – e questo ha reso il successo della cena ancor più fantastico. Una cosa ci ha lasciato piacevolmente sorpresi: la voglia da parte di tantissime persone di mettersi in gioco per il piacere di lavorare insieme e contribuire a una giusta causa. Questo ci ha insegnato che i mondi più diversi possono incontrarsi, dove in palio c’è un bene più grande”. Di “clima di amicizia, spensieratezza e gioia” ha parlato la presidente della Fondazione, Beatrice Baldaccini, con riferimento alla serata vissuta all’insegna della solidarietà e del fantasy e ringraziando gli Amici di Spello e i Custodi di Dramar “per averci coinvolto e per aver pensato di supportare le famiglie più vulnerabili del nostro territorio. I fondi raccolti, come detto, saranno dedicati allintervento che la Fondazione porta avanti, insieme alle professioniste del Consultorio Foligno Subasio e della Cooperativa sociale La Tenda, per sostenere i genitori e i bambini e le bambine delle famiglie fragili del territorio. Sono più di trenta le famiglie che abbiamo incontrato in questi anni – ha spiegato Beatrice Baldaccini -. Alcune stanno attraversando un momento di difficoltà, altre invece hanno storie più complesse. Lintervento delle educatrici serve per dare ai genitori un aiuto concreto per affrontare il delicato momento dell’arrivo di una nuova vita e garantire a tanti bambini e bambine la migliore partenza possibile. Grazie, – ha detto in conclusione – perchécon questa donazione state dando la possibilità a tanti uomini e donne di domani di avere un futuro”.

Articoli correlati