17 C
Foligno
domenica, Aprile 14, 2024
HomeCronacaSi allaccia abusivamente alle rete idrica pubblica: 55enne nei guai

Si allaccia abusivamente alle rete idrica pubblica: 55enne nei guai

Pubblicato il 8 Febbraio 2024 11:17

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

La nave di Festa di Scienza e Filosofia verso l’attracco: tocca a Fabbri e Battiston

Ventidue le conferenze in agenda per l’ultima giornata, quella di domenica, ma anche tanti laboratori ed eventi ad attendere il pubblico. A poche ore dalla chiusura superate le 10mila prenotazioni: si sta per chiudere un'edizione straordinaria dedicata al Mediterraneo

Non rispetta la semilibertà: trentacinquenne sconterà i tre anni di pena in carcere

L'uomo originario dell'Ecuador era residente a Spello, ma è stato trovato dai carabinieri ubriaco a Bastia Umbra. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Spoleto

Elezioni, a Campello sul Clitunno il centrodestra sceglie Fabiana Grullini

L'attuale consigliere comunale del Gruppo misto aveva già rivestito il ruolo di assessore nel 2019 con l'attuale giunta guidata da Maurizio Calisti. Le prime parole: "Con me squadra che rappresenta sensibilità e professionalità"

É di furto aggravato l’ipotesi di reato contestata ad una 55enne di Cannara che aveva creato un allaccio abusivo alla rete idrica pubblica. La donna, infatti, era riuscita a raggirare il gestore del servizio idrico, Umbra Acque, trovando il modo di non pagare l’acqua utilizzata nella propria attività commerciale. A rendersi conto che qualcosa non andava è stata la stessa Umbra Acque. L’attività investigativa condotta dai carabinieri della locale stazione era, infatti, scattata dopo che il responsabile della società erogatrice aveva sporto denuncia querela. Sono così partiti gli accertamenti dei militari, che hanno consentito di risalire alla 55enne. Grazie alla segnalazione pervenuta dagli operatori ispettivi di Umbra Acque, infatti, i carabinieri di Cannara hanno accertato che la donna utilizzava l’acqua grazie all’installazione di un falso contatore allacciato abusivamente ad una presa idrica della rete pubblica, risultata sigillata a seguito di morosità dal 2008. La 55enne è stata così denunciata in stato di libertà all’autorità giudiziaria di Spoleto per il reato di furto aggravato.

Articoli correlati