26.8 C
Foligno
sabato, Luglio 20, 2024
HomeCulturaD’Orazio in visita a Spello: “Dimostrazione che l’Umbria è costellata di tesori”

D’Orazio in visita a Spello: “Dimostrazione che l’Umbria è costellata di tesori”

Tappa nella Splendidissima Colonia Julia per il numero uno della Direzione Regionale Musei, che ha visitato le bellezze del borgo. Il sindaco Landrini: “Occasione per presentare i progetti di valorizzazione dei beni culturali”

Pubblicato il 29 Febbraio 2024 12:10 - Modificato il 29 Febbraio 2024 19:12

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

“Rhapsody in blue”: Marco Scolastra e la Filarmonica di Belfiore aprono “eVenti d’estate”

Il concerto inaugurale è in programa sabato 20 luglio alle 21 nella splendida cornice di Villa Fabri di Trevi. In programma la musica di Gershwin, Bernstein, Marquéz e una dedica speciale ai cento anni del capolavoro suonato per la prima volta a New York

Poreta brucia ancora: persi 120 ettari di bosco. Ci sono due denunce

L’ipotesi è che a provocare l’incendio sia stata una mietitrebbia impiegata nella lavorazione di un campo di farro: le indagini affidate ai carabinieri forestali. Oltre alle squadre di terra, in volo tre canadair e un elicottero

Vaccino anti papilloma, l’Umbria amplia il servizio gratuito

A essere interessate dal provvedimento le donne di 29 e 30 anni. Dalla Regione 400mila euro in più per prevenire incidenza dei tumori e altre patologie HPV correlate

“Spello è la dimostrazione che l’Umbria è costellata di tesori”. Queste le parole di Costantino D’Orazio, direttore dei Musei Nazionali di Perugia e della Direzione Regionale Musei Umbria, in occasione della sua visita dello scorso martedì ai beni culturali della città. Tour, quello del direttore, che ha avuto inizio nella Villa dei Mosaici di Spello, in cui è stato accolto dal sindaco Moreno Landrini insieme ai componenti della giunta comunale e a quelli dell’Ufficio cultura, oltre che dall’archeologa Sabina Guiducci, dal presidente della Pro Spello, Fabrizio De Santis, e dai rappresentanti di Athena Promakos, società che gestisce il circuito museale di Spello. 

Costantino D’Orazio in visita a Spello

“Spello è una tappa fondamentale per chi viene in Umbria – ha affermato D’Orazio – e in particolare è un luogo pronto ad accogliere ciò che dagli altri musei della Direzione regionale può viaggiare in tutto il territorio, iniziativa che porteremo avanti nei prossimi anni”.

Costantino D’Orazio in visita a Spello

Dopo aver concluso la prima tappa, la visita si è spostata prima nel palazzo comunale, dove al direttore è stato mostrato il Rescritto di Costantino e il Fondo Antico della Biblioteca, poi nel Museo delle Infiorate, nella Pinacoteca civica e diocesana  e infine alla Colleggiata di Santa Maria Maggiore, dove la Cappella Baglioni gli è stata illustrata dal parroco don Diego Casini.

Costantino D’Orazio in visita a Spello

“Come città siamo onorati di questa visita – ha commentato a questo proposito il sindaco di Spello, Moreno Landrini – ringrazio vivamente il direttore D’Orazio per aver scelto Spello come una tra le prime tappe del suo percorso. Così facendo – ha quindi concluso – ci ha permesso di presentare i nostri progetti per portare avanti la valorizzazione dei nostri beni culturali, a partire dalla Porta Consolare, ma che interesseranno anche la Torre Civica, palazzo Bianconi, la Porta Urbica e il completamento del restauro delle mura urbiche”.

Articoli correlati