5.7 C
Foligno
venerdì, Aprile 19, 2024
HomeCronacaBevagna, a bordo di un'auto con targa differente: 2.000 euro di multa

Bevagna, a bordo di un’auto con targa differente: 2.000 euro di multa

Gli agenti della polizia locale guidati da Ermelindo Bartoli hanno fermato e multato il conducente della vettura e il veicolo è stato posto a fermo, segnalandolo alla Prefettura

Pubblicato il 19 Marzo 2024 13:42 - Modificato il 19 Marzo 2024 17:31

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Firenze, si conclude l’era Betori: il nuovo arcivescovo è don Gherardo Gambelli

Dopo aver accettato la rinuncia al governo pastorale del cardinale folignate, Papa Francesco ha nominato il suo successore: 55 anni, dal 2011 al 2022 è stato missionario in Ciad. Lo scorso anno il ritorno nel capoluogo toscano come parroco della Madonna della Tosse

“Evento politico” nella sede di Sviluppumbria: Pd e M5S insorgono

I “dem” Meloni e Bori pronti a depositare un’interrogazione in Regione sull’incontro dedicato alla tutela del “made in Italy” promosso da Fratelli d’Italia. A far sentire la propria voce anche il pentastellato De Luca: “Grave sbavatura istituzionale”

Dal Mic quasi 3,5 milioni per l’Umbria: ci sono anche Cannara e Spello

Il Piano triennale per le opere pubbliche interesserà in Umbria ventinove interventi. Dai musei all'archeologia, i fondi non saranno però destinati alle biblioteche

Nei giorni scorsi gli agenti della polizia locale di Bevagna, durante i periodici controlli del territorio, hanno rinvenuto e controllato il conducente di un’autovettura che circolava per le vie del centro storico con una targa anteriore diversa rispetto a quella posteriore. Dai controlli effettuati è emerso che la targa anteriore non apparteneva al veicolo fermato, bensì ad altro veicolo. Al conducente è stata applicata una sanzione amministrativa di oltre 2.000 euro, con la relativa segnalazione alla Prefettura. Il veicolo è stato sottoposto al fermo amministrativo per un periodo di tre mesi e per circolare di nuovo, alla fine del fermo, dovrà essere reimmatricolato e fornito di nuove targhe. “Circolare con una targa diversa – spiega Ermelindo Bartoli, comandante della polizia locale di Bevagna – è particolarmente grave, perché nel caso di reati o di violazioni potrebbe risultare particolarmente difficile risalire al proprietario e, nel caso di incidenti, risulterebbe a rischio il risarcimento per i terzi danneggiati”.

Articoli correlati