8.1 C
Foligno
venerdì, Aprile 19, 2024
HomeCronacaBevanate in trasferta a Cannara per rubare gli arredi di un bar

Bevanate in trasferta a Cannara per rubare gli arredi di un bar

A beccare il 53enne sono stati i carabinieri della locale stazione, che lo hanno preso dopo aver visionato le telecamere di videosorveglianza: l'uomo ha subito ammesso le sue colpe

Pubblicato il 19 Marzo 2024 09:13 - Modificato il 19 Marzo 2024 17:17

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Firenze, si conclude l’era Betori: il nuovo arcivescovo è don Gherardo Gambelli

Dopo aver accettato la rinuncia al governo pastorale del cardinale folignate, Papa Francesco ha nominato il suo successore: 55 anni, dal 2011 al 2022 è stato missionario in Ciad. Lo scorso anno il ritorno nel capoluogo toscano come parroco della Madonna della Tosse

“Evento politico” nella sede di Sviluppumbria: Pd e M5S insorgono

I “dem” Meloni e Bori pronti a depositare un’interrogazione in Regione sull’incontro dedicato alla tutela del “made in Italy” promosso da Fratelli d’Italia. A far sentire la propria voce anche il pentastellato De Luca: “Grave sbavatura istituzionale”

Dal Mic quasi 3,5 milioni per l’Umbria: ci sono anche Cannara e Spello

Il Piano triennale per le opere pubbliche interesserà in Umbria ventinove interventi. Dai musei all'archeologia, i fondi non saranno però destinati alle biblioteche

In trasferta da Bevagna a Cannara per rubare gli arredi di un bar. L’autore è un 53enne bevanate che, probabilmente, aveva adocchiato da tempo il mobilio esterno di un’attività commerciale cannarese. Così, approfittando della chiusura notturna del bar, l’uomo ha preso la propria auto per rubare gli arredi. Ad accorgersi del furto è stato il titolare alla riapertura dell’eserizio. Così è partita la chiamata ai carabinieri della locale stazione, che hanno avviato le indagini. Le immagini delle telecamere di videosorveglianza hanno permesso di individuare la macchina ritenuta connessa ai fatti e, successivamente, il conducente. L’uomo, vistosi scoperto, ha ammesso la propria responsabilità e restituito di sua iniziativa quanto rubato. La refurtiva è stata quindi restituita al titolare del bar, mentre per il 53enne bevanate è scattata la denuncia per furto aggravato.

Articoli correlati