15 C
Foligno
domenica, Maggio 19, 2024
HomeCulturaFoligno, con “Experimenta” la scienza si tocca con mano

Foligno, con “Experimenta” la scienza si tocca con mano

Nell'ambito della XIII edizione della Festa di Scienza e Filosofia torna il consolidato appuntamento con il contenitore culturale di attività laboratoriali pensati per tutte le età. Morici: “Nelle attività sperimentali saranno coinvolti tutti i partecipanti”

Pubblicato il 6 Aprile 2024 12:13 - Modificato il 7 Aprile 2024 12:57

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

In bici lungo la Flaminia tra Foligno e Spoleto

In bici lungo la Flaminia. Protagonista un uomo che,...

Elezioni, Foligno Domani punta alla “rigenerazione del tessuto sociale”

Nata due mesi fa a sostegno della candidatura a sindaco di Mauro Masciotti all'interno della coalizione progressista, la lista civica si è presentata con i suoi uomini e le sue donne alla città, dicendosi pronta a lavorare su famiglie, sanità, cultura e partecipazione

Foligno, sorpreso a bucare le ruote di un’auto in sosta: a far scattare l’allarme una donna

L’uomo già nelle scorse settimane si era reso responsabile di episodi simili a quello avvenuto nella serata di venerdì in via Chiavellati. Ad intervenire un agente della polizia locale fuori servizio, poi l’arrivo dei poliziotti di via Garibaldi

“La scienza non prova, esplora”. È una citazione dell’antropologo e sociologo Gregory Bateson ad accompagnare, in questa edizione 2024, la sezione di “Experimenta” della XIII “Festa di Scienza e Filosofia – Virtute e Canoscenza”, ossia il contenitore culturale di attività laboratoriali che ogni anno si affianca alle conferenze, per regalare al pubblico momenti in cui toccare con mano la scienza. Curato dal professor Corrado Morici, “Experimenta” si comporrà di 15 laboratori, pensati per tutte le età ed ospitati da venerdì 12 a domenica 14 aprile a palazzo Candiotti di Foligno.Quattro, invece, le esperienze che vivrà il pubblico nella città marchigiana di Fabriano.

“Quest’anno – spiega il professor Corrado Morici – presenteremo 15 laboratori innovativi in diversi ambiti scientifici e tecnologici. Discipline come la biologia, la fisica, la geologia, la matematica e l’astronomia saranno presentate attraverso attività sperimentali nelle quali saranno coinvolti tutti i partecipanti. In particolare, alcune attività pensate per piccoli e piccolissimi saranno in grado di promuovere e sviluppare le capacità manipolative e creative. Bambini e adulti potranno sentirsi ancora più piccoli e attratti dall’osservazione in diretta, ad esempio, del sole o dalle ‘costellazioni di primavera nel cielo sopra Foligno’ sotto la volta del planetario. Per l’ambito tecnologico, invece, sarà possibile interagire con robot, stampanti 3D o entrare in un simulatore di volo”.

Entrando nel dettaglio degli appuntamenti folignati, sono tre le macroaree all’interno delle quali troveranno posto i laboratori, a cominciare da quella dedicata alla didattica della matematica con due appuntamenti: “L’importanza dei materiali nella didattica della matematica di Emma Castelnuovo” a cura di Carla Degli Esposti e Paola Gori (12 aprile); e “Il viaggio” proposto dalla scuola secondaria di primo grado di Belfiore che offrirà ai partecipanti un viaggio, appunto, nel mondo delle figure geometriche e dei numeri (12 aprile). Altra macroarea quella della biologia con cinque diverse esperienze: “Tutti uguali, tutti diversi” per esplorare il genoma con Cinzia Grazioli di Cusmibio (12-13 aprile); “Dalla cellula alla scena del crimine” con l’osservazione al microscopio di vari tipi di cellule insieme agli studenti dell’Itt “Da Vinci” di Foligno (12 aprile); “Mare nostrum scientia communis” sulle strutture e le proposte scientifiche offerte dai Paesi del bacino del Mediterraneo con gli alunni dei cinque istituti secondari di secondo grado cittadine (12-13-14 aprile); “Mediterraneamente”, dedicato alla vite e al vino, all’olio ed alla macchia mediterranea a cura del Liceo classico “Frezzi-Beata Angela” (12-13-14 aprile); e “La fabbrica della vita” con un focus sul suolo alla luce dei cambiamenti climatici, promosso da Liceo scientifico “Marconi” (13-14 aprile). Terza e ultima macroarea, quella orientata alle tecnologie con “Elettronica meravigliosa” a cura di Federico Alimenti dell’Università di Perugia (12-13-14 aprile); il “Laboratorio di robotica” proposto dall’Ipia “Orfini” (12-13 aprile); il “Laboratorio di navigazione aerea” coordinato dall’Itea “Scarpellini” (12 aprile); “#Wemakeit” sulla stampa 3D a cura di 3dbit (12 aprile). Sempre nell’ambito di “Experimenta”, poi, la sezione “Fuori e dentro la terra” che proporrà due esperienze: “Memorie incise: la storia del Mediterraneo attraverso le rocce” a cura di Simonetta Cirilli, Andrea Sorci e Chiara Girolami dell’Università di Perugia (12-13-14 aprile); e “Il sole, le costellazioni di primavera nel cielo sopra Foligno” curato da Arnaldo Duranti (13-14 aprile). Infine, “La scienza che crea” con “I gatti lo sanno” sul comportamento e la cognizione animale con Giulia Bignami (12-13-14 aprile); e “Sguardi di luce per scenari immaginari” organizzato dalle educatrici dei nidi del Comune di Foligno (14 aprile).

Guardando, invece, all’offerta di Fabriano, in calendario – come detto – quattro appuntamenti, a cui farà da sfondo la biblioteca comunale. Tre iniziative saranno promosse dall’Università di Camerino: “Il gioco delle scienziate” per esplorare la vita e le scoperte di alcune donne che hanno contribuito al progresso scientifico (12 aprile); “Biodiversità e benessere animale” (13 aprile); e “Grotte di Frasassi: testimoni del sublime” a cura di Fabrizio Bendia (13 aprile). La quarta e ultima iniziativa, invece, è “Un giorno da ricercatore” organizzata dall’Università Politecnica delle Marche con il contributo di Assunta Biscotti, Marco Barucca, Adriana Canapa, Federica Carducci, Elisa Carotti, Edith Tittarelli e Chiara Spinsante (13 aprile).

Accanto ad “Experimenta”, troverà poi spazio tutta una serie di eventi promossi in collaborazione con associazioni e varie realtà del territorio. Anche in questo caso prevista una suddivisione in macroaree. Si parte con quella musicale, con tre appuntamenti: “Dialogo mediterraneo” con il pianista Giovanni Guidi, che si esibirà il 12 aprile a Fabriano (ore 21 all’Oratorio della Carità) e il 13 aprile a Foligno (ore 20 all’Auditorium San Domenico); “Cantabile” con Federico Gigli per un evento promosso in collaborazione con gli Amici della Musica il 12 aprile (ore 20 all’Auditorium San Domenico); e “Il viaggio” con l’esibizione degli studenti dell’Istituto comprensivo Foligno 5 (12 aprile). Altra macroarea “Conoscere e conoscersi”, all’interno della quale rientrano: il progetto “Ambasciatori di Festa di Scienza e Filosofia”, curato da Maria Stefania Fuso e Attilia Condello (12 aprile); “La Dieta mediterranea” sul benessere alimentare a cura di Cristina Menichelli in collaborazione con l’Orto Didattico Accessibile (12 aprile); le visite guidate a Rasiglia a cura dell’associazione Rasiglia e le sue sorgenti (dall’11 al 14 aprile); e “La via Lauretana: un percorso spirituale tra natura e storia” con un incontro promosso dalla Fie – Valle Umbra Trekking (13 aprile). Due gli eventi per la macroarea “La terra sotto di noi”: “Grotte di Frasassi: testimoni del sublime” (12 aprile); e l’inaugurazione del sismografo Alfani (13 aprile). Ultima macroarea “Storie di uomini”: “Gli uomini e il territorio, la via Lauretana” con un ricordo di Omero Savina a dieci anni dalla sua scomparsa (14 aprile); “Le culture del Mediterraneo a Foligno”, a cura di Antonio Ventura (12-13-14 aprile); e “Life support. La nave di Emergency” (12-13-14 aprile). Tra gli eventi in programma, infine, “Arpa in piazza” (12 aprile).

Articoli correlati