24 C
Foligno
venerdì, Maggio 24, 2024
HomeCronacaNon rispetta la semilibertà: trentacinquenne sconterà i tre anni di pena in...

Non rispetta la semilibertà: trentacinquenne sconterà i tre anni di pena in carcere

L'uomo originario dell'Ecuador era residente a Spello, ma è stato trovato dai carabinieri ubriaco a Bastia Umbra. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Spoleto

Pubblicato il 13 Aprile 2024 15:24 - Modificato il 14 Aprile 2024 11:58

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Erbe medicamentose e “stregoneria” al Convito medievale di Bevagna

In attesa dell’appuntamento di giugno con il Mercato delle Gaite, sabato 25 maggio, in occasione del banchetto annuale, tra pietanze, musiche, spettacoli e costumi, il borgo bevanate riporterà in vita le tradizioni e gli usi tipici dell’epoca

Foligno, dovrà scontare 17 anni anni di carcere per rapina, estorsione e spaccio

Un 45enne era in prova ai servizi sociali, ma il nuovo provvedimento del magistrato di sorveglianza ha imposto la detenzione a Capanne. A rintracciare l'uomo gli agenti del commissariato

Tutti in sella! A Verchiano torna la Rampicorno

Domenica 26 maggio l'appuntamento con la quinta edizione del cicloraduno non agonistico di mountain bike. Tre i percorsi previsti e studiati per permettere a tutti di vivere una giornata di sport e allegria

Condannato in via definitiva a tre anni di reclusione, aveva ottenuto la semilibertà. Un beneficio che, però, un 35enne originario dell’Ecuador non ha saputo sfruttare. L’uomo, residente a Spello, è stato trovato dai carabinieri di Assisi a Bastia Umbra. Durante un controllo, i militari lo hanno trovato fuori dal suo comune di residenza in evidente stato di ebbrezza. L’uomo, inoltre, si è rifiutato di fornire i documenti di identità ai carabinieri ed è stato quindi denunciato insieme a un’altra persona con cui si trovava per lo stesso comportamento. È per questo motivo che il magistrato di Sorveglianza di Spoleto ha revocato la misura della semilibertà. Il 35enne doveva ancora scontare parte della condanna definitiva a 3 anni di carcere, inflitta per più reati tra cui rapina aggravata e spaccio di sostanze stupefacenti. I militari hanno dato esecuzione al provvedimento di revoca del beneficio della semilibertà, portandolo nel carcere di Spoleto.

Articoli correlati