23.6 C
Foligno
venerdì, Maggio 24, 2024
HomeAttualitàDalla Cena Grande alla Sfida, Foligno si prepara a vivere una nuova...

Dalla Cena Grande alla Sfida, Foligno si prepara a vivere una nuova Quintana

Presentato il programma di eventi che accompagnerà la città alla Giostra che si terrà il 15 giugno prossimo al Campo de li Giochi. Per la rievocazione barocca anche una svolta green: via dalle taverne le bottiglie di plastica, sostituite da quelle in vetro o distributori di acqua

Pubblicato il 14 Maggio 2024 19:41 - Modificato il 15 Maggio 2024 16:24

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Erbe medicamentose e “stregoneria” al Convito medievale di Bevagna

In attesa dell’appuntamento di giugno con il Mercato delle Gaite, sabato 25 maggio, in occasione del banchetto annuale, tra pietanze, musiche, spettacoli e costumi, il borgo bevanate riporterà in vita le tradizioni e gli usi tipici dell’epoca

Foligno, dovrà scontare 17 anni anni di carcere per rapina, estorsione e spaccio

Un 45enne era in prova ai servizi sociali, ma il nuovo provvedimento del magistrato di sorveglianza ha imposto la detenzione a Capanne. A rintracciare l'uomo gli agenti del commissariato

Tutti in sella! A Verchiano torna la Rampicorno

Domenica 26 maggio l'appuntamento con la quinta edizione del cicloraduno non agonistico di mountain bike. Tre i percorsi previsti e studiati per permettere a tutti di vivere una giornata di sport e allegria

Manca solo una settimana e poi il centro storico di Foligno tornerà a vestirsi a festa. Dalla tarda serata di giovedì 23 maggio, infatti, per le vie e le piazze cittadine torneranno a sventolare i vessilli dei dieci rioni della Quintana. Dopo l’anteprima della Festa del popolano, che celebrando l’anima della rievocazione barocca ha dato il là all’edizione 2024 della Quintana, toccherà alla Notte delle bandiere, che anticiperà di sole di 48 ore il primo evento clou della stagione, la Cena Grande, in programma per sabato 25 maggio, alle 20.30, nella corte di palazzo Trinci, e che sarà segnato dalla presentazione ufficiale del Palio di Giostra, accompagnato dalla proiezione di un video sulla storia e la fama della Quintana.

Da quel momento prenderà il via il ricco calendario di appuntamenti ed iniziative messi a punto dall’Ente Giostra e presentato nella mattinata di martedì 14 maggio dal presidente Domenico Metelli nell’ambito di un incontro moderato da Manuela Marinangeli. “Sarà la Quintana più libera dal 2021 – ha dichiarato -, perché riproporremo completamente il programma con la certezza di poterlo fare e la consapevolezza che ci siamo buttati il passato alle spalle”. Nessun nuovo evento in programma: “Ci siamo concentrati – ha detto Metelli – nel perfezionare quelli consueti”.

Le taverne spalancheranno le loro porte giovedì 30 maggio e rimarranno aperte fino al 14 giugno, con uno solo stop nella serata del 2 giugno, in concomitanza con le prove ufficiali che si terranno al Campo de li Giochi, alle 21. Sabato primo giugno appuntamento con l’investitura dei cavalieri, alle 17.30 nei dieci rioni, e a seguire, alle 18.30 l’ostensione delle bandiere dal Palazzo comunale. Da lunedì 3 giugno, invece, prenderà il via il Gareggiare dei Convivi, anche quest’anno con cinque appuntamenti – uno per ogni rione – ad anticipare la Sfida ed altrettanti prima della Rivincita di settembre. Nelle prossime settimane toccherà al Morlupo (3 giugno, ore 21, auditorium “Santa Caterina), Croce Bianca (4 giugno, ore 21, auditorium “Santa Caterina”), Contrastanga (5 giugno, ore 21, auditorium “Santa Caterina”), Ammanniti (10 giugno, ore 21, auditorium “Santa Caterina”) e Cassero (11 giugno, ore 21, auditorium “Santa Caterina”). La Gara dei tamburini è in programma per domenica 9 giugno, alle 17.30, in piazza San Domenico, la Staffetta dei rioni, invece, si terrà giovedì 13 giugno, alle 21, in piazza della Repubblica. Tra le iniziative in cartellone, poi, l’esibizione della Quintanella di Scafali e di quella di San Giovanni Profiamma venerdì 7 giugno, alle 21, in piazza San Domenico.

Anche quest’anno, poi, torneranno gli incontri culturali della Quintana con “Chi non sa far stupir vada alla striglia” (alle 18.30 a palazzo Candiotti): mercoledì 5 giugno con Anna Maria Rodante e Paola Tedeschi (“Lo stimolo generoso di virtute e la Giostra a Foligno nel 1613”); giovedì 6 giugno con Elena Laureti (“Lo spettacolare trionfo di San Carlo Borromeo nella Foligno del 1613”); venerdì 7 giugno con Rita Fanelli Marini (“Monasteri, baluardo spirituale all’ombra delle mura”); e mercoledì 12 giugno con Paola Tedeschi e Daniele Falchi (“Storia di un corteo color turchino. Maria Maddalena d’Austria pellegrina a Loreto nel 1613”). Spazio anche al teatro con la commedia “Il Cardinale Lambertini”, che andrà in scena mercoledì 12 giugno, alle 21, al “San Carlo”.

Come sempre, però, l’attesa è tutta per il gran finale: venerdì 14 giugno, alle 21.45, sarà la volta del corteo delle rappresentanze rionali per le vie e le piazze del centro e del cerimoniale con la lettura del bando di Giostra, l’arruolamento e la benedizione dei cavalieri in piazza della Repubblica; sabato 15 giugno, infine, l’appuntamento al Campo de li Giochi con la Giostra della Sfida, che vedrà i dieci binomi darsi battaglia sull’otto di gara per conquistare l’ambito palio.

Ma quella che prenderà il via la prossima settimana sarà anche una Quintana “plasticless”, una svolta sostenibile promossa dall’Ente Giostra insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno: per la cena grande e in otto delle dieci taverne rionali (per motivi logistici non parteciperanno l’Ammanniti e La Mora) non saranno più presenti bottiglie di plastica ma solo di vetro o distributori per l’acqua e si utilizzeranno dispositivi ecofriendly tanto nelle cucine quanto nei bagni. “La Fondazione Carifol – ha detto la presidente Monica Sassi – oltre ad essere ente sostenitore della Quintana, ha deciso quest’anno di contribuire anche su questo fronte: è una necessità e speriamo che possa essere di esempio anche per altre realtà; in più speriamo che così facendo i giovani possano imparare e portare con loro meccanismi virtuosi da attuare quotidianamente”. Svolta green anche sul fronte della mobilità: per gli spostamenti in città, infatti, il personale dell’Ente Giostra avrà a disposizione anche una macchina elettrica fornita dalla concessionaria Ugolinelli.

Presenti alla conferenza anche il magistrato Alessio Castellano, l’autore della nuova grafica della Quintana, Carlo Crescimbeni, e il sindaco Stefano Zuccarini. “Sarà un’edizione particolare della Quintana perché coincide con le elezioni – ha detto il primo cittadino -: da una parte, dunque, ci sarà una continuità, dall’altra una possibile evoluzione. Le cose cambiamo, ma di sicuro la Quintana è e resta della città e andrà avanti a prescindere da chi governerà, perché è uno straordinario veicolo per far conoscere Foligno e tutta l’Umbria”.

Nel corso dell’incontro di martedì mattina il pensiero del presidente Metelli è andato a Paola Soli e Dino Ricci, scomparsi negli scorsi mesi, ma anche al futuro con l’annuncio di due progetti a cui l’Ente Giostra sta lavorando insieme al Comitato scientifico: la pubblicazione nel 2026, in occasione degli 80 anni della Quintana, di un libro dedicato ai palii ed un altro di celebrazione della rievocazione barocca.

Articoli correlati