18.9 C
Foligno
giovedì, Giugno 13, 2024
HomePolitica“Anziani allontanati dal comizio e identificati”: “giallo” sul comizio elettorale

“Anziani allontanati dal comizio e identificati”: “giallo” sul comizio elettorale

Il fatto, che stando a quanto riportato da Uniamo Foligno sarebbe accaduo a Belfiore durante l'incontro elettorale del centrodestra, avrebbe riguardato due rappresentanti dell'Us Belfiore che chiedevano la sede per l'associazione: “Il sindaco condanni l'episodio”

Pubblicato il 26 Maggio 2024 14:23 - Modificato il 27 Maggio 2024 12:28

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Dopo otto anni di stop riapre l’Osservatorio astronomico di Foligno

Giovedì 13 giugno alle 21 la realtà che si trova all'interno della Torre dei Cinque Cantoni dedicherà una serata alla Luna per festeggiare il ritorno alla normalità

Cannara ricorda Valter Baldaccini con l’intitolazione dello stadio

La cerimonia, nel decennale della sua scomparsa, è in programma per sabato 15 maggio e sarà seguita da un torneo internazionale di calcio che vedrà sfidarsi otto squadre composte da clienti storici di UmbraGroup e dal Cluster regionale dell’aerospazio

Università, a Foligno un master su alimentazione e gastronomia

Promosso dall'Unipg in collaborazione con il Centro studi di via Oberdan, il corso prende spunto anche dall'esperienza de I Primi d'Italia. Mantucci: “Occasione significativa”

“In occasione di un incontro pubblico organizzato dalla coalizione di centrodestra nella frazione di Belfiore, due anziani uomini, appartenenti all’Unione Sportiva Belfiore, sono stati allontanati e identificati in maniera del tutto ingiustificata da un agente delle forze dell’ordine in borghese poiché si sono presentati con al collo un cartello in cui chiedevano pacificamente al primo cittadino e al suo schieramento una sede per le associazioni del paese”.

È “giallo” sulla campagna elettorale attualmente in corso a Foligno. A denunciare quanto sarebbe accaduto nella serata di giovedì è Uniamo Foligno, ovvero la coalizione progressista guidata dal candidato sindaco Mauro Masciotti. La compagine di centrosinistra, in una nota, ricostruisce quanto sarebbe successo nel corso dell’incontro elettorale: “Ai due uomini è stato impedito di entrare all’interno della struttura in cui si teneva l’assemblea pubblica poiché tacciati dal rappresentante delle forze dell’ordine di recare disordine e pericolo nel luogo dell’incontro – dicono da Uniamo Foligno -. I due sono stati poi invitati dal pubblico ufficiale a fornire le proprie generalità senza ricevere indietro un verbale che potesse attestare l’avvenuto riconoscimento e l’avvenuto atto da parte sua”.

Per la coalizione progressita, quanto accaduto è “un fatto gravissimo, un’intimidazione a tutti gli effetti nei confronti di chi voleva pacificamente far arrivare le proprie istanze al primo cittadino e che fatti di questo genere vadano condannati anche da parte di chi attualmente rappresenta massimamente le istituzioni cittadine in quanto si è limitata fortemente la libertà di espressione – concludono – valore sancito e tutelato dalla nostra Costituzione”.

Articoli correlati