36.3 C
Foligno
mercoledì, Luglio 17, 2024
HomeCronacaFoligno, tenta di fermare ladro ma viene aggredito con un taglierino

Foligno, tenta di fermare ladro ma viene aggredito con un taglierino

L'uomo è un ufficiale degli Alpini libero dal servizio che, notando un trentenne rovistare tra le auto, aveva provato a bloccarlo. Aggredito anche un giovane che passava da quelle parti

Pubblicato il 9 Luglio 2024 09:25 - Modificato il 10 Luglio 2024 11:26

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Montefalco perde un medico di base. Il Comune scrive all’Usl 2: “Disagi per i cittadini”

In una nota diffusa sui social, l'amministrazione interviene sulla fine della convenzione con il dottor Massimo Pucci. I dottori presenti nel borgo non riuscirebbero a coprire i pazienti rimasti “scoperti”

Ancora grande caldo in Umbria. L’esperto: “Lieve calo non prima della prossima settimana”

Gli effetti del solleone si fanno sentire anche nella nostra regione. Per Fabio Pauselli di Umbria Meteo la colonnina di mercurio dovrebbe scendere di 2-3 gradi. Temperature sopra la media, ma inferiori agli scorsi anni

A Foligno prevenzione per oltre 200 cittadini con il “Progetto Cuore”

Un’indagine dell’Istituto superiore di sanità ha coinvolto un campione di folignati, con età compresa tra i 35 e i 74 anni, per valutare il rischio cardiovascolare. L’analisi ha permesso ad alcuni partecipanti di diagnosticare patologie precedentemente sconosciute

Era sul balcone della propria abitazione, quando ha notato un giovane rovistare tra le auto. Così un ufficiale degli Alpini, libero dal servizio, non ci ha pensato due volte ed è sceso in strada per fermare il ladro, venendo però aggredito. È quanto avvenuto nella notte di sabato 6 luglio a Foligno. L’aggressore è un trentenne di origini marocchine da tempo stabilitosi nel Folignate, arrestato dai carabinieri della Radiomobile con l’accusa di lesioni personali aggravate nei confronti del 51enne alpino in servizio in Alto Adige e di un 28enne che passava da quelle parti. Il militare originario di Foligno aveva notato il giovane aggirarsi tra le auto. Approfittando del buio, il marocchino stava aprendo le auto forzando le portiere, per poi rovistarvi all’interno. Sceso in strada, il 51enne ha provato a fermare il giovane che, anziché darsi alla fuga, gli si è scagliato contro aggredendolo fisicamente e minacciandolo di morte. Il trentenne lo ha colpito con dei pugni al volto e, armato di un grosso taglierino, ha cercato di ferirlo sferrando alcuni fendenti.

Solo grazie alla pronta reazione, il militare è riuscito a evitare conseguenze più gravi, riportato solo ferite superficiali al naso e al volto. Coinvolto nella colluttazione anche un 28enne, che stava rientrando a casa a piedi insieme alla sua compagna: anch’egli è stato aggredito dal ladro armato di taglierino. Sul posto sono arrivate dunque le pattuglie dei carabinieri della Compagnia di Foligno che, una volta disarmato il giovane, lo hanno arrestato. Le vittime sono state portate al pronto soccorso per le cure del caso. Il militare ha riportato un trauma al naso e ferite al volto: per lui la prognosi è di 15 giorni. Per l’altra persona aggredita invece la prognosi è di 7 giorni. Per il marocchino è scattata la misura cautelare degli arresti domiciliari. In sede di convalida, il gip del tribunale di Spoleto ha previsto per lo straniero il divieto di dimora nel comune di Foligno.

Articoli correlati