Foligno, 24mila euro alle associazioni che si impegnano nel sociale

Via libera della giunta Zuccarini all'approvazione dei contributi chiesti dalle realtà cittadine che si impegnano per aiutare il prossimo. Per l'AltraMente Festival previsti cinquemila euro

Festival AltraMente

Dall'impegno verso i disabili ai centri anziani, sono numerose le associazioni folignati che si occupano quotidianamente del sociale. Un settore di straordinaria importanza e forte collante tra le persone. Anche nell'anno appena concluso sono state diverse le realtà che hanno richiesto al Comune un contributo per le loro attività. La giunta guidata dal sindaco Stefano Zuccarini ha dato il via libera negli scorsi giorni a contributi per un totale di 24mila euro. Soldi che andranno a coprire le spese per le attività svolte durante tutto l'anno. L'importo più cospicuo ha riguardato il Festival “L'AltraMente” organizzato dall'associazione “Liberi di Essere” per un importo complessivo di 5mila euro. Segue il contributo concesso alla Polisportiva Disabili della presidente Raffaela Mari per l'evento “Tutti x uno” con 2.900 euro. Duemila euro al progetto “Vivi la vita con autodeterminazione” dell'Aism, mentre mille euro sono andati ad Avis, Festival per le città accessbili ed Angsa. Scorrendo la graduatoria e quindi gli importi erogati, ottocento euro sono andati a diversi centri sociali: da quello di San Giovanni Profiamma a quello di Sportella Marini, passando per il circolo ricreativo di Sterpete, quello “Centro Storico”, Colle San Lorenzo, Ina Casa Flaminio, “La Montagna”, Corvia e quello di Sant'Eraclio. Seicento euro alla Pro Loco di Volperino, mentre cinquecento euro sono andati all'Arca del Mediterraneo, parrocchia di San Pietro Apostolo, parrocchia San Giuseppe Artigiano, Associazione Una (Uomo, natura, animali), associazione “Con cuore impavido”. Chiudono il quadro Università della terza età (100 euro), “Il Girasole” (350 euro), Icam (250 euro), La piccola Bulgaria del Centro Italia (100 euro).

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento