Foligno, subiva maltrattamenti dal convivente: arrestato 40enne

Ad avvisare la polizia i vicini che sentivano le grida della donna provenire dall'appartamento. L'uomo è stato arrestato e intimato di rimanere lontano dal territorio comunale
 

Volante della polizia

I maltrattamenti che subiva dal suo compagno erano tali da costringerla ad uno stato di sudditanza psicologica che non le permetteva di denunciare quanto le accadeva da anni. Nella mattinata del 22 marzo l'emancipazione della donna, dopo che la polizia ha colto in flagranza di reato il convivente, un cittadino italiano di 40 anni, F.F. le sue iniziali. Ad attivare la volante la telefonata al 113 da parte dei vicini a causa delle urla provenienti dall'appartamento dei due. A causa delle resistenze da parte dell'uomo gli agenti non sono riusciti immediatamente ad entrare all'interno dell'abitazione, a seguire è stata la stessa donna a sbloccare l'ingresso accogliendo in lacrime gli operatori. La vittima ha subito raccontato delle violenze verbali e fisiche che aveva poco prima subito di fronte al compagno che, lì presente, negava quanto accaduto. Il 40enne è stato accompagnato al commissariato mentre la donna ha ricevuto le cure necessarie al pronto soccorso dove ha sporto una formale querela. L'uomo è stato arrestato e trattenuto presso le celle di sicurezza del commissariato in attesa dell’udienza di convalida e rito direttissimo, tenutasi oggi nelle aule del Tribunale di Spoleto. Convalidato l’arresto, il giudice ha disposto a F.F. di lasciare immediatamente l'appartamento e di rimanere lontano dal territorio comunale di Foligno senza apposita autorizzazione.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento