Spoleto punta alla valorizzazione degli attrattori culturali: sabato la presentazione del bando

All’incontro interverranno l’assessore Camilla Laureti e Rita Passerini per la Regione Umbria. Le domande andranno inviate entro la fine del mese di gennaio

Light in the Stone alla Rocca Albornoz

Valorizzazione degli attrattori culturali. Anche Spoleto, come Foligno, ha deciso di investire su questo fronte, utilizzando le risorse che arrivano dal programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale (Por Fesr) 2014-2020. Il riferimento è, in particolare, all’Asse 3 obiettivo specifico 3.2 azione 3.2.1. Ed è proprio per illustrare alla cittadinanza le opportunità riservate da questa misura, sabato 13 gennaio, alle 10.30,  palazzo mauri prenderà il via la presentazione del bando “Imprese culturali e creative” promosso dalla Regione Umbria. Si tratta, come detto, di uno strumento a supporto dello sviluppo di prodotti e servizi complementari alla valorizzazione di attrattori culturali e naturali del territorio, anche attraverso l'integrazione tra imprese delle filiere culturali, creative e dello spettacolo. Il bando si rivolge a micro, piccole e medie imprese e a quei soggetti che agiscono in regime d'impresa - anche in forma associata - e che operano nei settori del web, produzioni editoriali, attività nel campo del cinema e delle produzioni artistiche, con sede legale o unità locale operativa in Umbria. Ad essere finanziati saranno quei progetti "che propongono - si legge in una nota del Comune - prodotti e servizi complementari alla valorizzazione degli attrattori culturali, localizzati nel territorio umbro, con particolare attenzione a modalità innovative di valorizzazione. All’incontro di sabato interverranno Camilla Laureti, assessore comunale al turismo ed alla cultura, e Rita Passerini, responsabile Sezione interventi per la promozione e lo sviluppo dello spettacolo e delle imprese culturali e creative e servizio valorizzazione delle risorse culturali della Regione Umbria. La domanda di contributo dovrà essere presentata entro il 31 gennaio prossimo, collegandosi all'indirizzo http://bandi.regione.umbria.it

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento