12.9 C
Foligno
sabato, Maggio 18, 2024
HomeAttualitàDalle rotaie alla mobilità dolce: riapre l'ex ferrovia Spoleto-Norcia

Dalle rotaie alla mobilità dolce: riapre l’ex ferrovia Spoleto-Norcia

Pubblicato il 19 Luglio 2014 11:28 - Modificato il 6 Settembre 2023 03:00

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Terzo polo Foligno-Spoleto, il ministro: “Razionalizzazione fondamentale”

Il titolare alla Sanità, Orazio Schillaci, ha visitato alcune strutture sanitarie dell'Umbria: il tuor ha riguardato in particolar modo il “San Giovanni Battista” e il “San Matteo degli Infermi”. Nella città Ducale contestazione all'esterno dell'ospedale

L’Acf Foligno fa chiarezza sull’accordo con il Foligno Calcio e guarda al futuro: “Idee chiarissime”

In una conferenza stampa, il presidente Paolo Zoppi ha risposto al numero uno dei Falchetti, che pochi giorni fa aveva annunciato di non voler “lasciare” la sua società a quella appena approdata in serie D

Conte a Foligno: “Abbiamo bisogno di amministratori locali che facciano il bene comune”

Venerdì mattina l’arrivo in città per sostenere la candidatura a sindaco di Mauro Masciotti per la coalizione progressista. Dal presidente del Movimento 5 stelle l’appello ad andare a votare: “L’astensionismo fa male perché lascia prosperare certa politica”

A distanza di quasi 46 anni dal passaggio dell’ultimo treno (avvenuto il 31 luglio 1968), sono stati inaugurati oggi, ben 34 chilometri. di percorso pedonale sulla ex-ferrovia Spoleto-Norcia. All’inaugurazione che si è svolta a partire dal Museo della Ferrovia, a Spoleto, hanno partecipato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, l’assessore regionale alle infrastrutture, Silvano Rometti, il presidente ed il direttore di Umbria Mobilità, Lucio Caporizzi e Mauro Proietti. Il taglio del nastro è avvenuto nell’Area ex Stazione Caprareccia di Spoleto, sul Viadotto di Caprareccia, e da qui è partita una passeggiata a piedi e in bicicletta fino al Museo. Da oggi è disponibile un itinerario a facile percorribilità, adatto ai pedoni e a tutti i tipi di ciclisti, comprese le famiglie con bambini, in quanto le pendenze dell’itinerario ferroviario sono moderate. Una volta completati i tratti mancanti sulla Spoleto-Norcia e realizzati i tratti di Spoleto città (dal termine della pista ciclabile Spoleto Assisi, all’inizio del percorso Spoleto-Norcia) e quello S. Maria degli Angeli-Rivotorto si avrà un percorso ciclabile in Umbria esteso per oltre 100 chilometri. Il percorso, appartenente al Demanio dello Stato, è passato in concessione ad Umbria Mobilità, che ne sta curando il recupero che è avvenuto con il finanziamento del progetto da parte della Regione grazie alle risorse previste nel Piat per 3 milioni e 350mila euro.

Articoli correlati