18.9 C
Foligno
giovedì, Giugno 13, 2024
HomeCulturaI Laudesi Umbri spengono quaranta candeline in maniera speciale

I Laudesi Umbri spengono quaranta candeline in maniera speciale

Pubblicato il 28 Gennaio 2016 14:51 - Modificato il 5 Settembre 2023 21:41

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Dopo otto anni di stop riapre l’Osservatorio astronomico di Foligno

Giovedì 13 giugno alle 21 la realtà che si trova all'interno della Torre dei Cinque Cantoni dedicherà una serata alla Luna per festeggiare il ritorno alla normalità

Cannara ricorda Valter Baldaccini con l’intitolazione dello stadio

La cerimonia, nel decennale della sua scomparsa, è in programma per sabato 15 maggio e sarà seguita da un torneo internazionale di calcio che vedrà sfidarsi otto squadre composte da clienti storici di UmbraGroup e dal Cluster regionale dell’aerospazio

Università, a Foligno un master su alimentazione e gastronomia

Promosso dall'Unipg in collaborazione con il Centro studi di via Oberdan, il corso prende spunto anche dall'esperienza de I Primi d'Italia. Mantucci: “Occasione significativa”

E’ stato un anno molto importante quello che si è appena chiuso per il coro spoletino dei Laudesi Umbri. Nel 2015, infatti, l’associazione di uno dei gruppi canori più importanti della città, ha compiuto 40 anni. E un traguardo tanto importante, meritava sicuramente festeggiamenti altrettanto importanti. Tra le tante iniziative celebrative per i quattro decenni di vita, i Laudesi Umbri di Spoleto, tra le altre cose, si sono esibiti nella chiesa del Sacro Cuore di Spoleto, e per l’occasione hanno ricordato, anche con una celebrazione eucaristica, i cantori defunti, e in particolare Leo Antonelli, figura di riferimento e di spicco nell’ambito della vita degli anni passati del coro. Poi i festeggiamenti per il quarantennale sono stati onorati anche a Santa Maria degli Angeli con un concerto. “La corale di Santa Maria degli Angeli, nostra ‘corale sorella’ sia per essere stata diretta dal nostro direttore e fondatore, padre Antonio Giannoni, sia perché con la stessa avvengono continui scambi di cantori e si programmano eventi in comune – spiega in una nota la presidente Manola Antinori Petrini – ha donato una targa in ricordo di questo evento importantissimo per la nostra corale”. L’associazione corale dei Laudesi Umbri, diretta oggi da padre Matteo Ferraldeschi dell’Ordine dei Frati Minori,  promuove il canto polifonico partecipando a concerti, rassegne e festival. Ma non solo. Spesso viene invitata direttamente e risponde ad iniziative sotto forma di scambi culturali con altre realtà corali in Italia e all’estero, favorendo scambi tra culture diverse. Il coro, a voci miste, è composto attualmente da circa 25 persone tra musicisti e dilettanti e di differenti età.

Articoli correlati