23.3 C
Foligno
domenica, Maggio 26, 2024
HomePoliticaCannara, Valore comune chiede: “Nuovo proprietario per la Ex Ferro?”

Cannara, Valore comune chiede: “Nuovo proprietario per la Ex Ferro?”

Pubblicato il 3 Luglio 2016 07:36 - Modificato il 5 Settembre 2023 19:56

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

“Anziani allontanati dal comizio e identificati”: “giallo” sul comizio elettorale

Il fatto, che stando a quanto riportato da Uniamo Foligno sarebbe accaduo a Belfiore durante l'incontro elettorale del centrodestra, avrebbe riguardato due rappresentanti dell'Us Belfiore che chiedevano la sede per l'associazione: “Il sindaco condanni l'episodio”

Via Flaminia Antica, scuole protagoniste

Il progetto ideato dal Club per l'Unesco di Foligno e Valle del Clitunno ha visto il coinvolgimento di tantissimi istituti del territorio, che hanno approfondito la storia della via di comunicazione romana

Quintana, ecco il palio della Sfida firmato da Mirabella

Il trentaseinne originario di Enna ha firmato il drappo presentato nel corso della Cena Grande e realizzato in collaborazione con Massimo Fiordiponti, storico quintanaro che ha curato la parte sartoriale

Quando vogliamo dire ai cannaresi che la Ex Ferro ha un nuovo proprietario?”. E’ con questa domanda che il gruppo consiliare di Valore comune chiede all’amministrazione comunale di Cannara delucidazioni sull’attuale situazione dello storico complesso produttivo della città. “In questi giorni – spiegano Federica Trombettoni e Roberto Ortolani – circola con insistenza la notizia dell’avvenuta assegnazione del compendio industriale della ex Ferro di Cannara ad un’azienda di Assisi. Oltre un anno fa il gruppo di opposizione, Valore Comune – proseguono i due – presentò un’interrogazione in consiglio comunale con cui si chiedeva di conoscere le novità e le iniziative intraprese dall’amministrazione comunale in collaborazione con la Regione e Sviluppumbria e di poter discutere l’eventuale, necessario, bando di evidenza pubblica per l’assegnazione dell’area. Ci fu risposto che certi argomenti era meglio non trattarli in consiglio comunale e già questo si commenta da sé”. Insomma, Valore comune vuole vederci chiaro e torna a ribadire l’importanza di evidenziare cosa sta avvenendo: “Oggi, a giochi fatti, il silenzio continua – prosegue la nota scritta dai due esponenti di Valore comune Federica Trombettoni e Roberto Ortolani -. Vogliamo conoscere il piano industriale presentato da questa azienda e la ricaduta occupazionale per il territorio di Cannara: non siamo disposti ad attendere oltre e visto che i giochi sembrano ormai fatti, chiederemo, congiuntamente ai colleghi consiglieri di Dignità e futuro, la convocazione urgente di un consiglio comunale aperto, con la presenza della presidente della giunta regionale Catiuscia Marini, dell’assessore regionale allo sviluppo economico Fabio Paparelli e del direttore di Sviluppumbria Mauro Agostini”.

Articoli correlati