5.7 C
Foligno
venerdì, Aprile 19, 2024
HomeCronacaQuintana, è divorzio Innocenzi-Contrastanga. Il cavaliere torna al “vecchio amore”

Quintana, è divorzio Innocenzi-Contrastanga. Il cavaliere torna al “vecchio amore”

Pubblicato il 10 Novembre 2017 13:20

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Firenze, si conclude l’era Betori: il nuovo arcivescovo è don Gherardo Gambelli

Dopo aver accettato la rinuncia al governo pastorale del cardinale folignate, Papa Francesco ha nominato il suo successore: 55 anni, dal 2011 al 2022 è stato missionario in Ciad. Lo scorso anno il ritorno nel capoluogo toscano come parroco della Madonna della Tosse

“Evento politico” nella sede di Sviluppumbria: Pd e M5S insorgono

I “dem” Meloni e Bori pronti a depositare un’interrogazione in Regione sull’incontro dedicato alla tutela del “made in Italy” promosso da Fratelli d’Italia. A far sentire la propria voce anche il pentastellato De Luca: “Grave sbavatura istituzionale”

Dal Mic quasi 3,5 milioni per l’Umbria: ci sono anche Cannara e Spello

Il Piano triennale per le opere pubbliche interesserà in Umbria ventinove interventi. Dai musei all'archeologia, i fondi non saranno però destinati alle biblioteche

Il primo amore non si scorda mai”. Recita così un vecchio proverbio, che sembra calzare a pennello per Luca Innocenzi. Il cavaliere folignate è pronto infatti a vestire di nuovo i colori del rione Cassero in vista della prossima Giostra della Quintana. E’ praticamente ufficiale il suo addio al Contrastanga, rione con il quale Luca Innocenzi ha corso per cinque anni: dal 2013 fino alla scorsa Quintana di settembre. Nella sua esperienza in via Piermarini, Innocenzi ha portato un palio, quello della Sfida di giugno 2014 in sella a Guitto. Ora però quest’avventura è arrivata al capolinea. A scegliere il divorzio è stato lo stesso cavaliere, che ha preferito tornare nel rione che lo ha incoronato tra i “big” delle giostre storiche di tutta Italia. Anche se manca ancora l’ufficialità dell’accordo, il Cassero avrebbe fatto carte false per riavere Innocenzi, che per la Torre merlata ha trionfato ben tre volte: nel 2007 e nel 2008 su Naval War e nel 2011 con Torta di Mele. E’ proprio da quell’anno che in via Cortella non entra più un palio. Insomma, si apre una nuova stagione per entrambi i rioni. Ad un anno dal rinnovo delle cariche rionali, il Cassero ha deciso di dare un segnale forte alla governance futura. Per il Contrastanga invece, si aprono nuovi scenari. I gialloblu ora dovranno andare alla caccia di un nuovo portacolori. GLI ALTRI – Se diversi sono i fantini blindatissimi, c’è chi sta ancora mettendo in atto le proprie mosse per il futuro. E’ il caso del Croce Bianca. L’ufficialità ancora non c’è, ma in via Butaroni vogliono fortemente Massimo Gubbini. Ancora l’accordo definitivo con il Giotti per averlo non ci sarebbe, ma in molti sono certi di una buona riuscita della trattativa. Confermatissimo Cordari al Badia dopo il successo di settembre, stesso discorso per Pierluigi Chicchini al Pugilli e Daniele Scarponi allo Spada.

Articoli correlati