11.3 C
Foligno
venerdì, Aprile 19, 2024
HomeSportVis Foligno, la cura Mingarelli funziona

Vis Foligno, la cura Mingarelli funziona

Pubblicato il 14 Novembre 2017 15:31

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Firenze, si conclude l’era Betori: il nuovo arcivescovo è don Gherardo Gambelli

Dopo aver accettato la rinuncia al governo pastorale del cardinale folignate, Papa Francesco ha nominato il suo successore: 55 anni, dal 2011 al 2022 è stato missionario in Ciad. Lo scorso anno il ritorno nel capoluogo toscano come parroco della Madonna della Tosse

“Evento politico” nella sede di Sviluppumbria: Pd e M5S insorgono

I “dem” Meloni e Bori pronti a depositare un’interrogazione in Regione sull’incontro dedicato alla tutela del “made in Italy” promosso da Fratelli d’Italia. A far sentire la propria voce anche il pentastellato De Luca: “Grave sbavatura istituzionale”

Dal Mic quasi 3,5 milioni per l’Umbria: ci sono anche Cannara e Spello

Il Piano triennale per le opere pubbliche interesserà in Umbria ventinove interventi. Dai musei all'archeologia, i fondi non saranno però destinati alle biblioteche

Una Vis Foligno in netta ripresa quella ammirata dopo il cambio in corsa che ha portato Mario Mingarelli sulla panchina dei nerazzurri. In via Grumelli si erano infatti visti a malincuore costretti a sollevare dall’incarico l’allenatore Giuseppe Sabatini, dopo aver conquistato una sola vittoria nelle prime otto partite del girone C del campionato di Prima Categoria. “Non è stato facile prendere tale determinazione – dichiarava la società nel comunicato che annunciava l’esonero – sia per il grande affetto e la stima professionale nutrita da sempre nei confronti del mister, sia per i profondi valori etici e morali mostrati dallo stesso”. Una decisione sofferta, presa dal consiglio direttivo folignate per cercare di stimolare una reazione da parte dei giocatori. La reazione c’è stata eccome, dato che con l’arrivo del nuovo allenatore sono tornati punti e fiducia. “Le partite – ha affermato mister Mingarelli ai nostri microfoni – sono andate abbastanza bene. Nella prima in casa contro la capolista, la Real Virtus di Bettona, abbiamo dimostrato un buon approccio e abbiamo conquistato un pareggio che è stato accettato di buon grado da tutti. Nella seconda è arrivata una vittoria in coppa per 3 a 0 a Norcia. Domenica abbiamo giocato ancora fuori casa, ma di nuovo in campionato, vincendo contro il Real Sant’Orsola per 4 a 2”. Un avvio che Mingarelli si limita a definire “buono”, probabilmente per far rimanere i suoi ragazzi con i piedi per terra, anche se guardando ad una classifica così corta nessuna possibilità è da escludere. I nerazzurri sono, infatti, ora fuori dalla zona play out e vedono quella play off a 5 punti di distanza. “Le prospettive – continua Mingarelli – sono quelle di cercare di fare un buon campionato. Difficile porsi obiettivi, anche perché soffriamo qualche infortunio di troppo, che ha penalizzato pure mister Sabatini precedentemente. Si spera di recuperare qualche giocatore e a dicembre vedremo se sarà possibile prendere uno o due giocatori funzionali alle nostre necessità”.

Articoli correlati