7.3 C
Foligno
mercoledì, Aprile 24, 2024
HomeCronacaLe celebrazioni della Virgo Fidelis a Bevagna, Porzi: “L’Arma punto di riferimento...

Le celebrazioni della Virgo Fidelis a Bevagna, Porzi: “L’Arma punto di riferimento per i cittadini”

Pubblicato il 27 Novembre 2017 15:42

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Foligno, Tari in aumento: 2% in più per le famiglie e 13% per le utenze non domestiche

Le tariffe della tassa sui rifiuti per il 2024 sono state illustrate dall’assessore Ugolinelli nel corso della seduta della prima commissione consiliare. Lunedì 29 aprile il passaggio in consiglio per l’approvazione definitiva

Verso le amministrative: Matteo Salvini primo “big” a Foligno

In vista delle prossime elezioni comunali, il leader leghista farà la sua comparsa all'auditorium “Santa Caterina. Sarà l'occasione per presentare la lista cittadina del Carroccio

Liste d’attesa, la Regione vara un piano da 11,5 milioni di euro

L'investimento servirà per il recupero e il contenimento delle prestazioni sanitarie. Alla Usl 2 dell'Umbria saranno destinati poco più di 2 milioni di euro. Entro metà maggio la verifica delle tempistiche

C’erano tutti, domenica mattina a Bevagna, per le celebrazioni della Virgo Fidelis. Dai carabinieri ancora in attività a quelli non più in servizio, passando per le autorità civili, militari e religiose, la città delle Gaite ha reso un giusto omaggio alla protettrice dell’Arma. Una cerimonia resa ancora più solenne dalla presenza del generale Tullio Del Sette, attuale comandante generale dell’Arma dei carabinieri e cittadino onorario della stessa Bevagna, lì dove ha i suoi natali. “Non dimenticherò mai quando il primo dicembre 2013 venni insignito della cittadinanza onoraria – ha detto il generale Del Sette -. L’emozione di quel momento – ha proseguito – è rimasta impressa in me nel tempo e mi riporta alla memoria la mia famiglia”. Al comandante generale dell’Arma, l’Associazione nazionale carabinieri nucleo protezione civile “Augusto Renzini” ha donato un’opera di Luigi Frappi, mentre il Comune di Bevagna, attraverso il sindaco Annarita Falsacappa, ha espresso la propria gratitudine al generale facendogli dono dell’antico stemma della città, raffigurante tre vasi di miele. “Donarglielo – ha dichiarato il primo cittadino bevanate – sta a significare il legame profondo che ci unisce e l’augurio che possa tornare a trovarci durante il Mercato delle Gaite per vedere l’animosità dei suoi concittadini”. Ma come detto, oltre al generale Tullio Del Sette, sono stati anche altri gli illustri ospiti che hanno partecipato alle celebrazioni della Virgo Fidelis, cominciare dal sottosegretario al Ministero degli interni, Gianpiero Bocci. Ad intervenire anche l’assessore regionale alla salute e welfare, Luca Barberini, e la presidente dell’assemblea legislativa dell’Umbria, Donatella Porzi, che ha definito l’Arma dei carabinieri “amica” e punto di riferimento per i cittadini, soprattutto per i più giovani. E poi i sindaci e vice sindaci dei Comuni limitrofi. Dopo un primo momento religioso nella chiesa di San Michele, al teatro Torti sono stati consegnati gli attestati di benemerenza agli appartenenti all’Associazione nazionali carabinieri che si sono distinti per l’impegno e l’attaccamento all’Arma. Omaggiate, grazie all’apporto del maestro Claudio Cutuli, anche le famiglie di coloro che hanno perso la vita in servizio insigniti della medaglia al valore civile. A salire sul palco anche alcuni volontari della Protezione civile e un rappresentante del neonato gruppo della Valnerina, da poco costituitosi ma già attivo ed efficiente. “Il nucleo della Protezione civile è per noi un fiore all’occhiello – ha detto il presidente dell’Associazione ‘Augusto Renzini’, Fabrizio Casini -. Abbiamo sviluppato specializzazioni importanti, come la cinofilia e l’osservatorio meteo sismico, che in pochi possono vantare”.

Articoli correlati