36.9 C
Foligno
giovedì, Luglio 18, 2024
HomeAttualitàSpoleto, sempre più stretto il rapporto tra Comune e Croce Rossa

Spoleto, sempre più stretto il rapporto tra Comune e Croce Rossa

Pubblicato il 15 Dicembre 2017 16:59

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Vasto incendio a Poreta, per domare le fiamme anche un mezzo aereo da Ciampino

Il fuoco nella località tra i comuni di Campello sul Clitunno e Spoleto è divampato nel pomeriggio di giovedì 18 luglio rendendo necessario un ampio spiegamento di forze tra i vigili del fuoco

Vus, che succede? Anche Norcia dichiara guerra alla partecipata

La differenziata non decolla e anche alcuni primi cittadini stanno palesando il loro malcontento: dopo le critiche al bilancio, dalla Valnerina nuovo affondo

Bevagna, 40 anni di Festival della Pizza e di solidarietà

L’appuntamento con l’evento è dal 19 al 28 luglio negli impianti sportivi di Bevagna, un’iniziativa che sin dalla prima edizione ha donato parte dei ricavati alla lotta contro il cancro. In 39 anni donati 20.000 euro per la ricerca e l’attività di supporto al Centro di salute del borgo

L’ultimo atto sottoscritto è quello relativo alla riqualificazione della struttura di via Laureti con la realizzazione del “Pala Croce Rossa”, che oltre alla sua destinazione sportiva originaria diventerà anche un centro capace di accogliere centinaia di persone in caso di emergenza. Ma nel tempo la Croce Rossa Italiana e il Comune di Spoleto di collaborazioni ne hanno avviate tante. Basta andare con la mente ai tanti progetti che hanno visto l’amministrazione spoletina e la Croce Rossa in prima fila negli scorsi mesi: dal protocollo siglato a marzo per la pronta accoglienza di adulti in difficoltà, con la presenza giornaliera di volontari a supporto della attività della struttura di piazza Garibaldi che nei periodi invernali ospita persone in grave emergenza sociale e alloggiativa, a quello firmato solo a settembre scorso, che prevede la costituzione di una rete di distribuzione, alle famiglie in condizione di bisogno, delle eccedenze alimentari recuperate tramite il progetto Brea. Insomma, una sinergia che si esplica sia sul versante dell’aiuto e del sostegno alle fasce più in difficoltà di cittadini e famiglie che su quello della assistenza alla popolazione in casi di calamità naturale. Una sinergia preziosa, come sottolineato anche dal vicesindaco Maria Elena Bececco. “In un momento così difficile e delicato per la città – ha detto – colpita dal gravissimo lutto della prematura scomparsa del suo primo cittadino, la vicinanza e la collaborazione attiva e propositiva di soggetti sociali come la Croce Rossa rappresentano comunque la certezza di un capitale sociale e umano che si rende disponibile con professionalità a favore dei più deboli e – ha concluso – un importantissimo segnale di fiducia e speranza”. 

Articoli correlati