22.7 C
Foligno
sabato, Luglio 20, 2024
HomeAttualitàL’amministrazione Mismetti chiede aiuto alla città per prevenire la corruzione

L’amministrazione Mismetti chiede aiuto alla città per prevenire la corruzione

Pubblicato il 14 Gennaio 2018 09:35

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

“Rhapsody in blue”: Marco Scolastra e la Filarmonica di Belfiore aprono “eVenti d’estate”

Il concerto inaugurale è in programa sabato 20 luglio alle 21 nella splendida cornice di Villa Fabri di Trevi. In programma la musica di Gershwin, Bernstein, Marquéz e una dedica speciale ai cento anni del capolavoro suonato per la prima volta a New York

Poreta brucia ancora: persi 120 ettari di bosco. Ci sono due denunce

L’ipotesi è che a provocare l’incendio sia stata una mietitrebbia impiegata nella lavorazione di un campo di farro: le indagini affidate ai carabinieri forestali. Oltre alle squadre di terra, in volo tre canadair e un elicottero

Vaccino anti papilloma, l’Umbria amplia il servizio gratuito

A essere interessate dal provvedimento le donne di 29 e 30 anni. Dalla Regione 400mila euro in più per prevenire incidenza dei tumori e altre patologie HPV correlate

Il Comune di Foligno si appresa ad approvare il Piano triennale per la prevenzione della corruzione 2018-2019. Non prima, però, di aver raccolto anche pareri e proposte della comunità. Negli scorsi giorni, infatti, con un apposito documento l’amministrazione Mismetti ha avviato la fase partecipativa, chiedendo di fatto la collaborazione di tutta la comunità: dagli stessi amministratori alle organizzazioni portatrici di interessi collettivi, coinvolgendo anche e soprattutto i cittadini. Chi vorrà partecipare, avrà tempo fino al 26 gennaio prossimo per leggere il piano approvato dalla giunta ed inviare eventuali osservazioni. Il documento di 539 pagine andrà approvato entro la fine del mese. L’obiettivo è chiaro: prevenire la corruzione nell’ambito dell’attività amministrativa, andando ad aggiornare di fatto le misure di contrasto adottate dall’Ente di piazza della Repubblica a partire dal 2013. In che modo? Riducendo le opportunità che facilitano la manifestazione di casi di corruzione e favorendo la capacità di scoprirne eventuali episodi, creando quindi un contesto in generale sfavorevole al fenomeno. Proposte e osservazioni andranno inviate all’ufficio del segretario generale, a mano allo Sportello Unico Integrato (ex Urp), in piazza della Repubblica 10 o tramite posta elettronica certificata all’indirizzo comune.foligno@postacert.umbria.it o tramite posta indirizzata a Comune di Foligno, segreteria generale, Piazza della Repubblica 10 oppure tramite email all’indirizzo segretario@comune.foligno.pg.it

Articoli correlati