22.7 C
Foligno
sabato, Luglio 20, 2024
HomeCulturaSpello, si accendono i riflettori sulla settima edizione del Festival del Cinema

Spello, si accendono i riflettori sulla settima edizione del Festival del Cinema

Pubblicato il 31 Gennaio 2018 17:34

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

“Rhapsody in blue”: Marco Scolastra e la Filarmonica di Belfiore aprono “eVenti d’estate”

Il concerto inaugurale è in programa sabato 20 luglio alle 21 nella splendida cornice di Villa Fabri di Trevi. In programma la musica di Gershwin, Bernstein, Marquéz e una dedica speciale ai cento anni del capolavoro suonato per la prima volta a New York

Poreta brucia ancora: persi 120 ettari di bosco. Ci sono due denunce

L’ipotesi è che a provocare l’incendio sia stata una mietitrebbia impiegata nella lavorazione di un campo di farro: le indagini affidate ai carabinieri forestali. Oltre alle squadre di terra, in volo tre canadair e un elicottero

Vaccino anti papilloma, l’Umbria amplia il servizio gratuito

A essere interessate dal provvedimento le donne di 29 e 30 anni. Dalla Regione 400mila euro in più per prevenire incidenza dei tumori e altre patologie HPV correlate

Presentato a Perugia il Festival del Cinema di Spello, la rassegna dedicata ai professionisti del settore che si terrà dal 24 febbraio al 4 marzo. Gli appassionati potranno assistere alla proiezione di 11 film italiani, 7 europei, 5 backstage, 15 documentari e 20 cortometraggi e a giudicare le opere sarà una giuria qualificata, composta da esperti. Sabato 3 marzo, poi, al teatro “Subasio” di Spello si terrà l’attesa cerimonia di premiazione. Prevista anche una prestigiosa anteprima romana in programma per il 9 febbraio quando, alla “Casa del Cinema”, Monica Savina e Giuliano Montaldo consegneranno il “Premio Carlo Savina” al maestro Ennio Morricone. Il 24 febbraio, invece, sarà il giorno dell’inaugurazione vera e propria del “Festival del Cinema Città di Spello ed i Borghi Umbri – Rassegna concorso Le Professioni del Cinema”. Un’occasione non solo per dare spazio a chi lavora dietro le quinte, ma anche per raccontare le storie delle fasce deboli della società. Si parte subito con una proiezione, quella di “Raffaello – Il Principe delle Arti”, una produzione Sky e Musei Vaticani al teatro “Subasio”. Eventi anche a Foligno come “Voci contro la guerra”, mercoledì 28 febbraio, iniziativa dedicata alla scuole per aiutare i giovani a riflettere sui conflitti, sulle migrazioni e sull’integrazione confrontandosi con personaggi che hanno vissuto tali esperienze. Ad intervenire sarà, tra gli altri, Andrea Iacomini, portavoce italiano di Unicef. Sabato 3 marzo, come anticipato, si terrà la cerimonia di premiazione e sarà, inoltre, il giorno dell’incontro con Sergio Martino, regista de “L’allenatore nel pallone”. Due saranno le mostre, “I baci nel cinema” e “Raffaello in Umbria”. “Il Festival nasce con la volontà di far conoscere al pubblico quel meraviglioso ed articolato mondo che è il cinema – ha affermato Donatella Cocchini, presidente del Festival -. Un mondo che non ha barriere, ma che anzi spalanca le proprie porte a tutti perché parla un linguaggio universale, quello delle emozioni”. IL PROGRAMMA – Ad attendere appassionati e curiosi sarà la proiezione gratuita di 11 film italiani, 7 europei, 5 backstage, 15 documentari e 20 cortometraggi. Questi ultimi, nell’ambito della nuova sezione “International Short Film Festival”. Undici, come detto, i film italiani in concorso: “Cuori puri” di Roberto De Paolis, “I figli della notte” di Andrea De Sica, “Il Vangelo secondo Mattei” di Antonio Andrisani e Pascal Zullino, “Easy – Un viaggio facile facile” di Andrea Magnani, “Maria per Roma” di Karen Di Porto, “Lasciati andare” di Francesco Amato, “Una questione privata” di Paolo e Vittorio Taviani, “La vita in comune” di Edoardo Winspeare, “Tiro libero” di Alessandro Valori (presente al Festival insieme agli attori Simone Riccioni e Maria Chiara Centorami), “Smetto quando voglio – Ad honorem” di Sydney Sibilla e “Il contagio” di Matteo Botrugno e Daniele Coluccini. A giudicare le opere in concorso sarà, per ogni sezione, una giuria qualificata, composta da professionisti ed esperti. I vincitori si conosceranno in occasione della cerimonia di premiazione che si terrà sabato 3 marzo, alle 18.30, al teatro “Subasio” di Spello.

Articoli correlati