10.6 C
Foligno
lunedì, Aprile 22, 2024
HomeCronacaFoligno, mercoledì giorno peggiore per guidare. In viale Firenze il maggior numero...

Foligno, mercoledì giorno peggiore per guidare. In viale Firenze il maggior numero di incidenti

Pubblicato il 5 Febbraio 2018 11:16

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Cade e batte la testa: 47enne portato in ospedale per un trauma cranico

L’episodio nella mattinata di lunedì 22 aprile in viale Firenze: l’uomo stava scaricando un escavatore quando ha perso l’equilibrio. Dopo aver valutato un suo trasferimento in ospedale con l’elisoccorso, l’uomo è stato portato al “San Giovanni Battista”

Violenza di genere, al Commissariato di Foligno una stanza dedicata alle vittime

In via Garibaldi allestito uno spazio per le audizioni protette, frutto della sinergia tra polizia e Soroptimist International Club Valle Umbra. Il questore Lamparelli: “Un fenomeno sommerso che richiede una grande opera di sensibilizzazione e azioni preventive”

Chiesa di Foligno in lutto per la morte di monsignor Dante Cesarini

Ordinato presbitero nel 1960, il sacerdote è stato assoluto protagonista della vita culturale e della formazione teologica della Diocesi di Foligno: per diciassette anni è stato direttore della biblioteca “Jacobilli”

Aumentano a Foligno gli incidenti stradali rilevati dal Comando della polizia municipale. Nel 2017 in totale gli agenti comunali hanno effettuato 166 interventi, ovvero undici in più rispetto ai 155 dell’anno precedente. Nel corso degli ultimi cinque anni comunque, non si registrano particolari oscillazioni. Nel 2013 ad esempio, l’infortunistica stradale si è fermata a 148, mentre il picco si è registrato nel 2015 con 173 incidenti rilevati dalla polizia municipale. Tornando invece ai numeri e alle curiosità dell’anno appena concluso, la statistica vede novembre e dicembre come mesi peggiori, rispettivamente con 22 e ventiquattro incidenti stradali. Il mese più tranquillo è stato invece maggio con sette infortuni lungo le arterie cittadine. Incidenti che in 58 casi hanno fatto registrare danni solamente ai veicoli. Centosei quelli con lesioni alle persone, mentre purtroppo sono stati due gli incidenti che hanno portato anche alla morte dei soggetti coinvolti. Ma quali sono le zone più a rischio? Il primato spetta a viale Firenze, con ben 18 incidenti. Di gran lunga superiore anche rispetto alla strada che si posiziona al secondo posto, ovvero viale Roma con 9 sinistri accertati dalla polizia municipale di Foligno nel 2017. Il maggior numero di scontri tra vetture in queste zone è ovviamente dovuto anche al maggior carico viario rispetto ad altre strade. Gli incroci peggiori, con due incidenti ognuno, sono quelli tra viale Firenze e via Monte Gargano e quello tra la stesaa viale Firenze e via Valter Baldaccini, così come tra viale Roma e via Santa Maria in Campis, via Campagnola-via Fiume Albegna e via Fiamenga-via Innamorati. “Di comune accordo con le altre forze dell’ordine – spiega il capitano Sandro Mazzolini del Corpo di polizia municipale di Foligno – il nostro impegno sulle strade riguarda principalmente quelle del centro città. Per fare questo – prosegue – abbiamo intensificato il nostro lavoro con due pattuglie pronte ad intervenire in caso di emergenza”. Ed effettivamente di lavoro da svolgere ce n’è, soprattutto in determinate fasce orarie. Così come per le vie, ci si scontra di più negli orari in cui il traffico è più “pesante”, ovvero all’uscita delle scuole o quando le persone entrano ed escono dal lavoro. Nel 2017 sono stati 45 gli incidenti dalle 16-19. Trentanove quelli dalle 9 alle 12 e trentotto quelli dalle 13 alle 16. Le ore in assoluto peggiori? Le 9 del mattino, poi le 17 e le 18 con sedici incidenti per ognuna di queste ore. Orario critico anche le due del pomeriggio con 15 sinistri rilevati. Tra le statistiche, c’è spazio anche per i giorni “neri” della settimana. In questo caso vince il mercoledì, con 32 scontri tra mezzi. Poi vengono il martedì ed il giovedì con 27. Non c’è invece particolare distinzione di età tra i conducenti che si trovano coinvolti negli scontri. La casistica vede interessata maggiormente la fascia che va dai 46 ai 50 anni con 34 incidenti, due in meno per le persone dai 41 ai 45 anni. Il maggior numero di incidenti avviene tra vetture private. Le dinamiche più frequenti riguardano scontri frontali-laterali (74 casi), tamponamenti (22) e investimento di pedoni (20).

Fabio Luccioli
Fabio Luccioli
Direttore di Radio Gente Umbra e Gazzetta di Foligno

Articoli correlati