7.3 C
Foligno
giovedì, Aprile 25, 2024
HomeCronacaGraffiti sui palazzi storici di Foligno: denunciato 43enne

Graffiti sui palazzi storici di Foligno: denunciato 43enne

Pubblicato il 6 Febbraio 2018 11:39

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Foligno, Tari in aumento: 2% in più per le famiglie e 13% per le utenze non domestiche

Le tariffe della tassa sui rifiuti per il 2024 sono state illustrate dall’assessore Ugolinelli nel corso della seduta della prima commissione consiliare. Lunedì 29 aprile il passaggio in consiglio per l’approvazione definitiva

Verso le amministrative: Matteo Salvini primo “big” a Foligno

In vista delle prossime elezioni comunali, il leader leghista farà la sua comparsa all'auditorium “Santa Caterina. Sarà l'occasione per presentare la lista cittadina del Carroccio

Liste d’attesa, la Regione vara un piano da 11,5 milioni di euro

L'investimento servirà per il recupero e il contenimento delle prestazioni sanitarie. Alla Usl 2 dell'Umbria saranno destinati poco più di 2 milioni di euro. Entro metà maggio la verifica delle tempistiche

Imbrattamento e deturpamento aggravato. Sono queste le accuse nei confronti di M.T., un 43enne di Foligno denunciato dagli investigatori del settore anticrimine del commissariato di polizia di Foligno. L’uomo è stato segnalato alla Procura della Repubblica per aver utilizzato delle bombolette spray con le quali ha riempito di scritte e disegni i muri di alcuni palazzi storici pubblici e privati del centro storico. Tra gli immobili presi di mira anche strutture di interesse storico-artistico. Il folignate avrebbe agito con altri due soggetti ancora da identificare. Gli episodi contestati dalla polizia risalgono ad una notte dello scorso mese di ottobre quando, dopo una serata passata in un locale, i tre hanno utilizzato le bombolette spray per rovinare i palazzi. “Subito dopo la scoperta dello scempio – spiegano dal commissariato – i detective si sono attivati ascoltando potenziali testimoni ed analizzando accuratamente le telecamere di videosorveglianza presenti nell’area”. Le indagini non sono ancora concluse. La polizia sta infatti lavorando per arrivare all’individuazione dei complici.

Articoli correlati