20.2 C
Foligno
domenica, Luglio 21, 2024
HomeSportFalchetti, Agostini suona la carica: “Sento la folignalità, con la Nestor gara...

Falchetti, Agostini suona la carica: “Sento la folignalità, con la Nestor gara che sa di Eccellenza”

Pubblicato il 10 Marzo 2018 14:39

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Operazione “Oro rosso”, controlli straordinari della Polfer contro i furti di rame

Gli agenti di Foligno e Perugia hanno effettuato verifiche in tre attività di rottamazione per il rispetto delle normative di settore e lungo le linee ferroviarie per accertare l’integrità dei cavi. Intensificata anche l’attività nelle stazioni: identificate 259 persone

Mezzi ancora in azione a Poreta: in volo un canadair e un elicottero

Proseguono per il terzo giorno consecutivo le operazioni di spegnimento dell’incendio che ha interessato le aree ai confini tra i comuni di Campello e Spoleto. Fino alle 20 di sabato sospensione dell’energia elettrica nelle zone interessate dalle fiamme

Il Torneo nazionale degli oratori si chiude a Foligno e incorona Joco Campus

Le finali di “TuttInGioco” hanno visto la compagine locale alzare la coppa dell'ultima delle cinque finali del progetto organizzato in 50 centri estivi dal Centro Sportivo Italiano e da Fondazione Conad ETS con il supporto di PAC 2000A Conad, per promuovere e diffondere i valori dello sport

“Non credo che a livello di organico ci siano nove punti di distanza tra noi e la Ducato, e questo non fa altro che confermare la bontà di quanto il Foligno sta facendo” Con queste parole Leonardo Agostini commenta la sconfitta dei falchetti nel big match del campionato di Promozione girone B. La Ducato si è dimostrata dunque una rivale all’altezza, prosegue Agostini intervenuto a “Il Nido del Falco”, “le partite si decidono negli episodi, ma io conosco i loro giocatori e molti non c’entrano niente con la categoria”. Il centrocampista folignate fa parte di quella nutrita pattuglia di calciatori che vestono la maglia biancoazzurra e provengono proprio dalla città della Quintana, ed esprime così l’attaccamento alla squadra “la chiamata del Foligno è stata una sfida, mi colpisce al cuore giocare per la mia città. È una sensazione diversa, la sto riprovando dopo le stagioni disputate in serie D. Sento qualcosa d’importante, e penso che sia condiviso con gli altri ragazzi questo sentimento forte che si chiamano folignalità.” Delle parole pesanti, a cui fa seguito anche l’elogio ai tifosi “un conto è avere o non avere gli spettatori che ti seguono fino ai campi più sperduti. C’è gente che ama veramente il Foligno, ed è la gente che sta venendo quest’anno, stiamo ripartendo da loro e la squadra sente questo legame”. Il passato di Agostini è importante, avendo giocato in Serie D con il Foligno, il Castel Rigone e il Deruta. Poi le due stagioni al Villabiagio in Eccellenza, che hanno segnato una parentesi importante nella carriera “lo scorso anno è stato l’anno più importante per me, abbiamo vinto il “triplete” con il campionato e le due coppe. Vincere è bellissimo, sentivo che mi mancava questa dimensione e spero di riprovare le stesse sensazioni con il Foligno. Anche perché io sono super competitivo, voglio sempre vincere, anche quando giocavo a palla con mio fratello…”. Infine l’appello appassionato “ci vediamo tutti allo stadio per la partita contro la Nestor che ha già il sapore dell’Eccellenza. Forza! Riempiamo gli spalti!”

Articoli correlati